Caldarola: Dialettiamoci, 'Che carogna la cicogna' fa centro

1' di lettura 21/11/2013 - “Che carogna la cicogna”, di Pietro Romagnoli, presentata dalla compagnia Lucaroni di Mogliano, ha scatenato un autentico entusiasmo al teatro di Caldarola.

La commedia, in effetti, si giova di un testo molto interessante e divertente e di un gruppo di attori che rappresentano, ormai da anni, una certezza. L’opera è stata la seconda in concorso e non ha tradito le attese. D’altronde la compagnia Lucaroni di Mogliano rappresenta, nella provincia di Macerata e non solo, un solido punto di riferimento e garantisce sempre uno spettacolo di grande livello e di estrema qualità.

Pietro Romagnoli, che oltre alla scrittura cura anche la regia dell’opera, mantiene il solito rapporto di grande confidenza col palcoscenico, aiutato in modo magistrale da Cecilia Cesetti, Paola Cruciani, Maurizio Conti e Piergiuliano Lignini. Una vera e propria sicurezza dunque che corre lungo i binari di una storia semplice, ma che si presta a tante letture e ad innumerevoli colpi di scena. Sabato prossimo 23 novembre, alle ore 21.15, sarà la volta della Filodrammatica Piorachese, che porterà in scena La Presidentessa, pièce di Hennequin e Weber tradotta e ridotta in dialetto da Luisella Tamagnini che ne cura anche la regia.

Anche il cast della compagnia piorachese spicca per eccellenze e per qualità; sarà dunque un’altra serata all’insegna della comicità e della bravura in una commedia che, da tradizione, ha suscitato sempre grande apprezzamento negli spettatori, sia nella lingua originale che nelle varie trasposizioni che si sono succedute. Il biglietto dello spettacolo, costerà 5 €.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2013 alle 17:12 sul giornale del 22 novembre 2013 - 438 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, caldarola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/UPX





logoEV
logoEV