Matelica, Roberto Dolce a 'Le Iene' (Italia Uno): 'Voglio pagare le tasse'

2' di lettura 28/02/2014 - Il matelicese Roberto Roy Dolce, gigolò ormai famoso in tutta Italia, è di nuovo sotto i riflettori grazie al servizio andato in onda questa notte sullo speciale de 'Le Iene', in onda il giorno dopo la puntata in prima serata.


Il servizio era già finito sui teleschermi nella prima puntata de 'Le Iene', quella del 24 settembre 2013, ma ieri sera è stato riproposto rendendo di nuovo attuale il tema che coinvolge migliaia di escort in Italia proprio come Roy. Tutto è nato l'anno scorso, quando al matelicese è stata recapitata una cartella esattoriale con 70mila euro da pagare. In teoria il suo mestiere non essendo riconosciuto nel nostro paese, non potrebbe essere soggetto a tassazione, cosa che Roy non accetta, visto che invece di pagare multe, lui vorrebbe pagare le tasse come un cittadino normale.

Una piaga per la nostra nazione non indifferente visto che più di 50mila persone, tra uomini e donne, fanno questo mestiere incassando migliaia di euro ogni mese in contanti senza fattura. In Germania invece dopo la regolarizzazione della prostituzione, ogni anno i tedeschi mettono in cassa più di 8 miliardi di euro (molti di più rispetto a quelli incassati in Italia con l'Imu).

Roberto Dolce sarebbe disposto a pagare le tasse senza problemi, ma al momento non può. Anche Le Iene si sono attivate su questo fronte, accompagnandolo all'Agenzia delle Entrate per chiarimenti. Tra chi gli ha consigliato di aprire una partita Iva con codice per l'intrattenimento, chi lo ha invitato a lasciar perdere e chi non ha proprio saputo rispondere, una soluzione vera e propria non si è trovata neanche con l'aiuto del noto programma televisivo.

Tuttavia a fine puntata, l'inviata de Le Iene Sabrina Nobile, ha lasciato al gigolò matelicese un blocchetto con ricevute da compilare per le sue clienti. E di ricevute Roy ne staccherrebbe parecchie. Il matelicese infatti chiede sui 700 euro per una semplice cena in sua compagnia, arrivando a fine mese con 8.000 - 10.000 euro di guadagno.

Durante il servizio, è andata in onda anche un intervista nella quale Dolce racconta alcuni aneddoti avvenuti nei suoi passati anni di carriera. Da chi lo vorrebbe 'affittare' per un anno intero, ad un sindaco donna di Forza Italia che grazie a lui ha mascherato la sua omosessualità, per arrivare poi infine alla donna che ha fatto 'partecipare in solitaria' anche suo figlio.








Questo è un articolo pubblicato il 28-02-2014 alle 02:11 sul giornale del 01 marzo 2014 - 3061 letture

In questo articolo si parla di attualità, Riccardo Antonelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/Zdb





logoEV
logoEV


Cookie Policy