San Severino: la Pinacoteca allarga il percorso, spazio al Barocco

2' di lettura 15/03/2014 - La pinacoteca comunale “Padre Tacchi Venturi” di San Severino Marche cresce ed amplia il proprio percorso espositivo.

La Giunta settempedana, infatti, ha approvato un progetto che rappresenta un primo stralcio di un più completo intervento generale di ammodernamento e miglioramento dell’offerta culturale di una tra le più ricche e antiche raccolte d’arte delle Marche. Il progetto, cofinanziato grazie ai fondi europei ottenuti attraverso il Gal Sibilla, è stato redatto dall’architetto settempedano Luca Maria Cristini.

“Il nuovo percorso – spiega l’assessore comunale allo Sviluppo Culturale, Simona Gregori – accoglierà, in maniera più organica, le opere oggetto della recente campagna di restauro cofinanziata grazie alla Legge 4 della Provincia di Macerata. Inoltre si provvederà ad ammodernare, con le più innovative tecnologie a risparmio energetico, l’impianto di illuminazione mentre le sale saranno dotate di un apparato didascalico multilingue. All’interno della struttura sarà prevista anche una nuova aula didattica multimediale. Sarà infine potenziato il sistema d’allarme con un più moderno impianto di videosorveglianza e sarà realizzato un sistema di controllo temperatura e umidità degli ambienti espositivi”.

Complessivamente l’intervento avrà un costo di poco superiore ai 70 mila euro. L’attuale esposizione, risalente agli anni Settanta, presenta opere che cronologicamente terminano con il Cinquecento, a parte qualche sporadica incursione nel secolo XVII. In alcune sale oggi libere potrebbero così trovare ospitalità le testimonianze del Barocco di cui il territorio è ricco e che sono già state protagoniste della fortunata mostra, curata da Vittorio Sgarbi, che fra il luglio del 2010 e il gennaio del 2011 richiamò proprio a San Severino Marche un pubblico di circa 30mila visitatori. In particolare verranno valorizzate alcune opere come la “Santa Lucia” dello Scarsellino e il “Martirio di San Bartolomeo” del Cerano.






Questo è un articolo pubblicato il 15-03-2014 alle 13:36 sul giornale del 17 marzo 2014 - 431 letture

In questo articolo si parla di cultura, daniele pallotta

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/ZXi





logoEV
logoEV