Castelraimondo: oltre mille persone alla festa 'Sei di Castelraimondo se...'

3' di lettura 17/03/2014 - Una piazza Dante stracolma di persone per tutta la domenica pomeriggio è stata il segno della grandissima partecipazione alla festa "Sei di Castelraimondo se", organizzata per gioco dai fondatori del gruppo Facebook che porta lo stesso nome e che ha riscosso tantissimo successo, con la riscoperta ed il ricordo di aneddoti di storia paesana, foto ed episodi di folklore locale, raccolta di modi di dire e tutto ciò che rappresenta l'essere "castrimonnese de lu Cassiru".

Dagli organizzatori sono state contate 1126 persone, un numero grandissimo considerato che i residenti in paese sono circa 4950. L'idea è nata per gioco da un gruppo di amici che si sono incontrati diverse volte per mettere a punto tutta l'organizzazione dell'evento, che è stato totalmente autofinanziato, realizzato con la voglia di far ritrovare tutti insieme, per un pomeriggio spensierato, tutti gli amici ed i volti di tanti concittadini uniti dal vivere all'ombra del Cassero.

Protagonisti gastronomici sono stati tantissimi dolci fatti a mano dalle donne di Castelraimondo, di cui alcuni in omaggio alla torre cittadina, sono stati realizzati a forma di Cassero. E' stata messa a punto una divertente scaletta che ha regalato tante risate e momenti entusiasmanti, lungo tutto il pomeriggio condotto dal presidente della Pro Loco Fabio Montesi. Per tutta la festa dal palco addobbato di bianco e blu, i colori simbolo di Castelraimondo, il dj Sandro Palanca ha messo musica tutta da ballare, si è iniziato con l'inno del paese, che ha riscosso l'apprezzamento di tutti, poi a turno sono saliti per esibirsi Sergio Rossetti con la sua fisarmonica, i simpaticissimi "Parodia" un gruppo scanzonato di amici che hanno riproposto tra gli altri sotto mentite spoglie, i successi più belli dei Cugini di Campagna.

Non è mancato il momento del ricordo con la consegna di un riconoscimento alla signora Antonietta Boccadoro ed Annamaria, custodi della memoria della tradizione e la celebrazione del vernacolo locale con l'esibizione di Costantino Mariani, Giancarlo Miliani, musicisti locali, Paolo Forconi. In un angolo della piazza è stata allestita una piccola mostra, tre foto per ricordare il tempo che fu, l'inaugurazione del monumento ai caduti, la sommeggiata anni Cinquanta e la tranvia.

"Noi organizzatori, vogliamo ringraziare tutti, a cominciare dalla gente che numerosissima ha partecipato a questo evento riuscitissimo e tutti coloro che si sono esibiti gratuitamente sul palco, è stata una bellissima festa. Ha regnato la spontaneità, lo spirito di aggregazione e la partecipazione.... Crediamo si sia riscoperto lo spirito di comunità che forse troppo spesso viene dimenticato! Ma bene così, è bello far parte di un paese come questo, vivo, partecipe e solare. Alla prossima cumpà", hanno voluto ringraziare il gruppo di organizzatori, molto soddisfatti per la riuscita di un evento che sarà presto ripetuto.

(clicca sulle foto per ingrandire)


   

da Monia Orazi







Questo è un articolo pubblicato il 17-03-2014 alle 16:15 sul giornale del 18 marzo 2014 - 1239 letture

In questo articolo si parla di attualità, castelraimondo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/Z3h





logoEV
logoEV