NCD Matelica: 'Città ridotta ai minimi termini, noi siamo a fianco di Delpriori'

logo NCD 2' di lettura 06/04/2014 - Da venerdì 11 a domenica 13 aprile si terrà a Roma il Congresso costituente nazionale del Nuovo CentroDestra, un evento politico di non poca importanza non solo per l’Italia, ma anche per il futuro di Matelica.

Non a caso a questo incontro, parteciperanno, tra l’altro, per il circolo NCD Matelica i fratelli Andrea e Michele Cesari, esponenti l’uno del Coordinamento provinciale di Macerata e l’altro del Coordinamento regionale delle Marche.

Matelica da anni vive una divisione dannosa del centrodestra, che ha portato ad una frammentazione e dispersione del voto di quell’elettorato che ha garantito importanti risultati in passato. Tutto questo deriva da pessime scelte, determinate forse anche da qualche interesse di cattive gestioni di partito del recente passato, che hanno portato a scelte poco razionali e lungimiranti, come quella di un candidato sindaco che fosse stato addirittura uno dei fondatori della locale sezione del PD.

Il Circolo NCD Matelica oggi, di fronte a questa assurda situazione che vede la città ridotta ai minimi termini, con un’economia disastrata, disservizi di ogni genere e dove a regnare è solo la paura (anche esprimere un pensiero è diventato problematico), sente il dovere e la responsabilità di impegnarsi per un cambiamento forte che porti nel medio – lungo periodo alla rinascita ed alla ricostituzione di una unità del centrodestra. Nel contempo, data la grave situazione di emergenza che viene lasciata dopo cinque anni di malgoverno, riteniamo necessario sostenere la lista civica che fa capo al candidato Alessandro Delpriori, espressione di quella Matelica che vuol ripartire e rinascere, senza arrendersi fatalmente a logiche molto individualiste ed egoistiche di qualcheduno.

Ecco allora che ci impegneremo nelle prossime settimane e mesi a mettere in piedi una serie di concrete attività programmatiche che avranno come principale scopo una visione economico – sociale nuova del futuro della nostra comunità ed in particolare della riunificazione dell’elettorato moderato e liberal-democratico, che non può riconoscersi nei modi imperiosi e faciloni di una maggioranza che si dice di centrodestra, ma nella sostanza obbedisce a regole e logiche tipiche di un certo centrosinistra regionale.

Il Congresso di Roma dell11-13 aprile sarà quindi anche un’occasione per dire nel nostro piccolo che Matelica vuole esserci ed ha bisogno del Nuovo CentroDestra, per dire di no al vecchio che con bugie e false promesse mai rispettate vuol mantenere le sue poltrone.


   

da Nuovo CentroDestra Matelica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2014 alle 16:37 sul giornale del 07 aprile 2014 - 590 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica, nuovo centrodestra, Nuovo CentroDestra Matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/17T





logoEV
logoEV