Unicam e Regione Marche: Spacca da Corradini per una crescita comune

spacca e corradini 3' di lettura 14/04/2014 - Nell’ambito delle sedute itineranti, la Giunta Regionale delle Marche ha incontrato oggi nella Sala degli Stemmi del Palazzo ducale la Governance dell’Università di Camerino, per un proficuo momento di dialogo e confronto.

Hanno partecipato all’incontro il Presidente della Regione Gian Mario Spacca, il Rettore Unicam Flavio Corradini, gli Assessori regionali Paola Giorgi, Marco Luchetti, Pietro Marcolini, Maura Malaspina, Luigi Viventi, il Prorettore Vicario Claudio Pettinari, i Prorettori Andrea Spaterna, Sara Spuntarelli, Graziano Leoni, il Direttore Generale Luigi Tapanelli, il Direttore della Scuola di Giurisprudenza Antonio Flamini, il Direttore della Scuola di Bioscienze e Medicina Veterinaria Manuela Prenna, il Direttore della Scuola di Scienze e Tecnologie Marino Petrini, il Direttore della Scuola di Architettura e Design Giuseppe Losco, il Direttore della Scuola di Scienze Farmaco e dei Prodotti della Salute Francesco Amenta, il Presidente dell’Assemblea delle Rappresentanze Fabio Fede, il Presidente del Consiglio degli studenti Pierpaolo Angeletti.

La Giunta Regionale guidata dal Presidente Gian Mario Spacca e la Governance di Unicam guidata dal Rettore Flavio Corradini si sono confrontati su tematiche quali sviluppo del territorio, ricerca e innovazione, lavoro, formazione, internazionalizzazione, per giungere alla definizione di strategie comuni di crescita.

“L’incontro – ha dichiarato il Rettore Flavio Corradini – ha rappresentato un importante momento di dialogo e di confronto tra le due istituzioni. In questi ultimi anni l’Ateneo di Camerino ha sempre più assunto il ruolo di volano per lo sviluppo socio economico del territorio in cui si trova ad insistere. E’ per questo che abbiamo voluto condividere con la Giunta regionale le numerose attività che stiamo svolgendo sia sul territorio regionale che su quello internazionale, con l’auspicio che possano essere sempre maggiori le opportunità che ci vedono lavorare insieme per la crescita del territorio, delle aree interne in particolare. Mettiamo dunque a completa disposizione della Regione Marche le nostre competenze affinché il ruolo di Unicam sia sempre più importante nell’ambito delle scelte strategiche della Regione”.

“Voglio anzitutto congratularmi – ha dichiarato il Presidente Gian Mario Spacca – con l’Università di Camerino per essersi sempre più affermata nel sistema accademico nazionale sia per le attività di ricerca che per quelle di formazione, come confermato da recenti valutazioni. Possiamo delineare tre linee di collaborazione tra Unicam e la Regione Marche: ICT, informatica, innovazione, internazionalizzazione sono competenze di eccellenza dell’Ateneo e noi vogliamo declinarle in termini progettuali, soprattutto per l’utilizzo delle risorse europee; rilancio delle aree interne, collaborando per la progettualità che ci consentirà di accedere ai fondi europei, di utilizzarli al meglio e di crerae innovazione e opportunità di lavoro; rinascita delle zone che stanno subendo un processo di deindustrializzazione, in particolare il piceno e la sinclinale camertino-fabrianese, grazie anche alle competenze dell’Ateneo nell’ambito delle start up e imprese innovative”.

Sono infatti già molteplici i progetti che vedono la sinergica collaborazione tra Unicam e la Regione Marche, che vertono su tematiche quali ICT, domotica, cloud computing, valorizzazione della cultura, progetti che sono stati analizzati anche nel corso dell’incontro. Tra gli altri temi trattati poi la ricerca di eccellenza, giovani e opportunità di lavoro, trasporti, collegamenti non solo fisici ma anche digitali per mantenere alta la qualità dei servizi pubblici rivolti agli studenti, attenzione al ruolo dell’Ateneo nella Macro Regione Adriatico-Ionica.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-04-2014 alle 15:32 sul giornale del 15 aprile 2014 - 506 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/2yh





logoEV
logoEV