Matelica, NCD: 'Città caduta nell'oblio'

1' di lettura 24/04/2014 - Negli ultimi cinque anni il degrado industriale, culturale e morale della nostra amata Matelica ha subito una forte accelerazione sospinta anche dagli atteggiamenti, e non curanza al bene pubblico, dell'attuale amministrazione comunale in carica.

Questa, non solo ha perpetrato una politica clientelare, ma ha soprattutto abbandonato a se stesso tutte le strutture comunali favorendone il rapido deperimento.

Proprio in questi giorni si è verificato l'ultimo episodio consistente nel crollo di parte del tetto di un'ala del cimitero comunale, luogo di culto dei defunti molto caro alla cittadinanza. Questo ennesimo episodio di mal governo cittadino denota la forte necessità di rinnovamento di cui necessita Matelica, con il relativo ritorno al rispetto ed alla valorizzazione della nostra cultura, delle nostre tradizioni, della nostra civiltà e dei monumenti che le rappresentano e ne tramandano la memoria alle future generazioni.

L’amministrazione del fare, è diventata solo quella delle chiacchiere al vento: la crisi è aumentata, la città è precipitosamente caduta nell’oblio e l’economia nel declino più profondo. Davvero un bello sviluppo e tanta concretezza! Un tempo sotto campagna elettorale l’assessore ai lavori pubblici Paolo Sparvoli ci faceva notare manti stradali rinnovati, nuove illuminazioni; oggi sindaco, si è ridotto a rifare qualche striscia bianca e a far cambiare qualche lampada. E qualcuno ha detto che il programma di Progetto Matelica è stato quasi completato o realizzato all’80-85%. Speriamo allora che non lo ultimino, altrimenti il caso del cimitero di questi giorni avrà davvero un valore simbolico.


   

da Nuovo CentroDestra Matelica





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-04-2014 alle 21:21 sul giornale del 26 aprile 2014 - 637 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica, nuovo centrodestra, Nuovo CentroDestra Matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/26u





logoEV
logoEV