Basket, playoff: Matelica frana contro Civitanova

3' di lettura 27/04/2014 - Il Matelica butta al macero tutta una stagione sudata a guadagnarsi il fattore campo, perdendo contro la Virtus Civitanova e trovandosi ora a dover vincere mercoledì in trasferta, al PalaRisorgimento, oppure archiviare questa prima stagione in DNC.

E lo fa nel peggiore dei modi. All’inizio infatti, si preannuncia un incontro equilibrato e anche ben giocato. Per Matelica la prima opzione, servire Usberti o Amoroso sottocanestro, apre spazi importanti che vengono ben sfruttati.

Dopo 4’ siamo sul 12-6 e a parte una tripla di Contigiani è Matelica ad avere l’inerzia dell’incontro. Amoroso parte benissimo e il suo settimo punto spinge Rossi al time out sul 16-9. La squadra di casa sembra sempre arrivare un attimo prima degli avversari. Il rientro di Civitanova è guidato, manco a dirlo, da Baldoni e soprattutto da Contigiani, che comincia a mettere in mostra il suo fornitissimo campionario tecnico e impatta sul 19-19. Alla fine il primo quarto Matelica lo chiude avanti di 2 (24 - 22). Il secondo quarto invece inizia nel peggiore dei modi, con Vallasciani e Tessitore che in 20”, con due triple, piazzano un parziale di 6-0 che spaventa, ma che viene subito ripagato con la stessa moneta da Paoletti e Novatti. Si va avanti solo a suon di triple, Tessitore lancia, Sorci risponde e Amoroso non è da meno. Civitanova prova con la zona, ma questo ottiene solo di facilitare le bordate biancorosse: si iscrive allo shootout anche Usberti (41-35). E poi alla Halley si spengono tutti gli interruttori, iniziano 3’ minuti di follia che costerà tantissimo alla squadra di casa. Una serie di falli sciocchi, tecnici evitabili, nervosismo incomprensibile danno a Civitanova l’inerzia dell’incontro, soprattutto a livello mentale. La difesa si imballa, le percentuali al tiro avversarie cominciano a decollare: in un amen Contigiani e compagni piazzano un imbarazzante (per la difesa matelicese) parziale di 22-6, con il numero 20 biancazzurro che ha già 21 punti nel tabellino personale. Intervallo sul 48-57. Serve tornare in campo con il coltello tra i denti, ma sono Baldoni, Contigiani e Tessitore che continuano a colpire, da sotto e da fuori.

Time out Halley, si prova a fermare l’emorragia. Al rientro, Matelica gioca i suoi migliori minuti: aggredisce in attacco e chiude in difesa, produce un 6-0 di parziale e prende coraggio, spingendosi fino a -4 (61-65). Ormai però Civitanova ha fiutato il colpaccio, resta fredda e non sbaglia un colpo: alla sessione di tiro si aggiunge anche Centanni (25 punti per lui), a punire una difesa sempre più inconsistente. Matelica va a sprazzi in attacco, capitan Sorci urla e prova a fare del suo, con una tripla e un’entrata d’ignoranza che frutta un gioco da tre punti, lo segue Amoroso, ma Civitanova punisce ogni tentativo di rimonta e Matelica, al solito, si intestardisce nel cercare un tiro da tre punti che non entra più. Alla fine finisce 94-110. Troppi, per un incontro playoff in casa.






Questo è un articolo pubblicato il 27-04-2014 alle 14:49 sul giornale del 28 aprile 2014 - 608 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/20k





logoEV
logoEV