Settempeda, Allievi: bravi lo stesso!

3' di lettura 02/05/2014 - Certe occasioni ti plasmano. Anche se sono situazioni negative, ti aiutano a crescere. Quanto meno ti costringono a maturare in fretta.

Gli Allievi di Giacomo Gentili erano padroni del loro destino, impegnati a Montecassiano con la Samb nell’ultimo match del Campionato provinciale di categoria in cui dovevano vincere per tenere lontani i diretti avversari di Caldarola e Castelraimondo, appaiati in classifica ad un solo punto di distacco dai biancorossi ed impegnati un paio di ore dopo nello scontro diretto a Caldarola. L’agognata vittoria, però, non è arrivata ed il sogno successo si è infranto. Alla fine a Montecassiano è maturato il pari.

Ad inizio ripresa, dopo il primo tempo in cui la Gentili band ha costruito ma senza raccogliere alcun frutto, l’attaccante Leonardo Cappellacci si è districato come un’anguilla tra le maglie difensive dei padroni di casa riuscendo ad eludere la sorveglianza di ben tre marcatori per girare di destro, nell’area di porta, in rete: 0-1. Sembrava fatta. Ed invece, di lì in poi è cominciato il calvario. Il direttore di gara ha usato due metri e due misure, riuscendo a far incattivire un confronto che per la Samb aveva un peso relativo, espellendo due giocatori della Settempeda di cui uno con criticabile severità ed alla fine la formazione montecassianese ha raggiunto quel pari che ha spalancato poche ore dopo la porta della vittoria del girone provinciale al Caldarola, vittorioso largamente sui castellani. Aldilà della “giornataccia” dell’arbitro, i biancorossi non possono che recitare il mea culpa per non aver chiuso a tempo debito un match che doveva vederli svettare.

Pur tuttavia, se si fosse potuto scegliere un solo successo apriori tra formazione maggiore ed Allievi, la scelta avrebbe premiato senza dubbio la prima squadra di Francesco Giorgi per il semplice motivo che nel prossimo campionato di Promozione qualche valida pedina che ha concluso la sua avventura con la formazione Allievi potrà cominciare a fare capolino. Non sarebbe stato altrettanto facile effettuare qualsiasi tipo di inserimento futuro dal vivaio se la Settempeda di capitan Ruggeri fosse scivolata di nuovo in 1^ Categoria, dove non ci sono fuori quota, dopo appena due anni di permanenza in una serie che compete alla San Severino calcistica. Sappiamo che all’animus pugnandi dei giovani alfieri di Gentili questo ragionamento potrà sembrare un po’ astratto, ma devono avere pazienza e ricordare quanto di buono sono riusciti a realizzare quest’anno in cui sono riusciti a collezionare vittorie a ripetizione. Inimmaginabili fino a pochi mesi fa. Chiudiamo la carrellata in onore degli Allievi con le sagge parole di mister Giacomo Gentili che dai suoi ragazzi ha ricevuto in regalo, nel corso dell’anno, una bella torta a cui è mancata solo la ciliegina. Tempo per rifarsi, ragazzi, ce ne sarà tanto. Nel frattempo, tra vittorie e sconfitte, state diventando uomini. L’ottimismo non venga meno!

Dal post di Giacomo Gentili, allenatore degli Allievi della Settempeda: “La partita è andata come è andata. Purtroppo! Di errori se ne fanno. Tecnici, tattici, comportamentali. Resta il fatto che siamo arrivati al 26 aprile giocandoci qualcosa. Vi ricordate da dove siamo partiti a settembre dell’anno scorso? E tutti i progressi fatti quest’anno? Il vostro mister è fiero di voi. Inc…to per oggi. Ma contento per il gruppo che siete! Bravi ragazzi. Grazie per essere così! E ricordate, dagli errori si cresce. E un giorno quello che ci è stato tolto... tornerà indietro!!! Grandi lo stesso!!!!”.






Questo è un articolo pubblicato il 02-05-2014 alle 12:03 sul giornale del 03 maggio 2014 - 340 letture

In questo articolo si parla di sport, luca muscolini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3n3





logoEV