La 33esima Corsa alla Spada va al Terziere Di Mezzo

2' di lettura 02/06/2014 - Ieri, lunedì 1 giugno, ha avuto luogo a Camerino la finale della XXXIII edizione della rievocazione Medievale Camerte, iniziata il 15 maggio scorso.

Nel corso delle due settimane, molti sono stati glie eventi che ha visto Camerino meta di giovani e meno giovani, a partire dall’apertura delle Taverne con la cena dei mille, fino alla Corsa Della Spada che si è svolta per ultima.

A concludere infatti, queste intense settimane, interrotte dal 20 al 26, eccezionalmente, per le elezioni, sono stati il corteo e, a seguire, proprio la Corsa della Spada. Il corteo ha attraversato la città all’interno delle mura, facendo sosta alla chiesa di San Venanzio, in Piazza del Duomo ed infine alla chiesa di Santa Maria in Via, dove fra l’altro, era posto il traguardo della famosa corsa.

A partecipare, come sempre, sono stati in molti, del posto, ma anche turisti, studenti, abitanti di paesi vicini. Il corteo storico era formato da Sbandieratori, Cavalieri, Duca e Duchessa, Armiglieri, Arcieri, Tamburini (del gruppo Emma Magini), Balestrieri e Popolani, tutti fondamentali per la realizzazione di questa manifestazione.

La corsa ha visto battersi le squadre di Muralto, Di Mezzo e Sossanta, dieci per ogni terziere. Essa si sviluppa lungo un percorso di 1500 metri dalla partenza a San Venanzio, passando per piazza Cavour, fino ad addentrarsi in Corso Vittorio II, attraversando via Lili e Pieragostini fino al traguardo; mentre al vincitore spetta la Spada, alla squadra che ha totalizzato più punti in minor tempo, spetta il Palio di Velluto Rosso.

Quest’anno, a vincere l’ambita spada è stato Andrea Grelloni, corridore del terziere Di Mezzo, seguito dal compagno di squadra Andrea Michiorri e Matteo Falsi, corridore invece per Sossanta; il Palio è stato vinto anch’esso, dal terziere Di Mezzo, sommando tutti i risultati dei corridori. Ottime sono state le prestazioni di tutti i ragazzi in gara, che comunque ce l’hanno messa tutta per arrivare fino alla fine del percorso, ma complimenti significativi vanno al vincitore della spada Grelloni ed a tutto il suo terziere che si è aggiudicato il palio.

Aspettando il prossimo anno, i più sentiti complimenti vanno a tutta l’organizzazione, a tutti coloro che hanno partecipato ed al pubblico, che in queste due settimane non si è fatto di certo desiderare, all'Amministrazione comunale ed infine anche ai tecnici che hanno montato la fibra ottica necessaria per i teleschermi addirittura sotto la pioggia.


di Benedetta Menichelli
redazione@viverecamerino.it





Questo è un articolo pubblicato il 02-06-2014 alle 18:01 sul giornale del 03 giugno 2014 - 657 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/5at





logoEV
logoEV