SPECIALE Palio dei Castelli: dal palio dei grandi all'ipoteca del rione Settempeda dei piccoli (foto)

3' di lettura 10/06/2014 - Duemila figuranti in costume d’epoca – record assoluto per la manifestazione - hanno animato le vie della città, domenica scorsa, fino ad arrivare a piazza del Popolo, luogo simbolo della città, dando vita al più lungo corteo della rievocazione storica del Palio dei Castelli.

La manifestazione, a festeggiare il Patrono nel giorno dell’8 giugno, ha richiamato migliaia di spettatori e visitatori giunti anche da fuori città. “Anche da Ferrara – ha ricordato la presidentessa dell’Associazione Palio, Graziella Sparvoli -, così come da Camerino, Corridonia, Jesi, Acquaviva Picena e Montecassiano."

“Abbiamo legami saldi e storie affini con San Severino – ha ricordato l’ex sindaco ed ora presidente del Palio dei Terzieri montecassianese, Mario Capparucci -. Ogni anno con la delegazione del mio Comune vengo volentieri”.

“La festa del Patrono abbatte ogni barriera. Non ci sono divisioni politiche. Siamo tutti orgogliosi di essere settempedani. Intervengo sempre in costume quattrocentesco – ha concluso il primo cittadino, Cesare Martini - perché il Corteo storico merita il massimo delle nostre attenzioni. È grande il lavoro svolto dall’Associazione Palio”.

Fra le novità del 2014 lo splendido telo dipinto a copertura della scritta Palio 2014 fatta poi fiammeggiare dagli arcieri e realizzato dal monturanese Michele Luciani e dal maceratese Giuseppe Puglisi con il baby Leonardo. Dal Corteo storico al Palio dei Bambini si è scesi in campo ieri sera. Rione Settempeda, oltre a comandare la classifica provvisoria con 29 punti in 4 gare, rimane in lizza per le finali di sabato sia nel tiro alla Fune che nella corsa delle Torri, che attribuiscono punteggi sostanziosi. A meno di grosse sorprese il team giallorosso ha messo una seria ipoteca sul successo nel Palio baby che nel 2013 gli sfuggì per l’inezia di un punto a beneficio di Di Contro che attualmente insegue con 22 punti dietro a Taccoli (24) e davanti a Serralta (18), Colleluce (17) e Cesolo (12).

Nel gioco del Mattone ha prevalso Settempeda davanti agli storici rivali di Di Contro. In terza piazza Taccoli. Nella Pallina Taccoli ha sbaragliato il campo, regolando Colleluce e Settempeda. Nei Sacchi successo di Rione Di Contro su Settempeda, “bronzo” per Taccoli. Infine, nella corsa con i Trampoli, vittoria degli arancioneri di Serralta su Settempeda. Terza piazza per Colleluce. Cesolo è stato squalificato e, pertanto, in questo gioco non guadagna punti. 10 sono andati ai vincitori, poi 7, 5, 4, 3 e 2 agli altri piazzati, nell’ordine, delle specialità.

Nei settori Fune e Torri sabato 14 si vivranno le finalissime. In entrambe le più spettacolari competizioni sono rimasti in lizza Rione Settempeda e Villa di Cesolo. Aldilà degli avvenimenti agonistici che hanno attirato in piazza del Popolo un gran numero di spettatori, è da sottolineare la presenza dei bimbi dell’ultimo anno del Nido comunale nella sfilata iniziale.

“Sono loro il futuro del Palio” hanno sottolineato il veterano di Settempeda, già presidente del Comitato, Gianmario Forconi e la presidentessa dell’Associazione Palio, Graziella Sparvoli. Intanto, dopo le eliminatorie di domani, mercoledì 11, dei grandi, sabato prossimo è in programma il gran finale agonistico con l’assegnazione dei due Palii e, a seguire, fuochi d’artificio a base musicale e partita d’esordio del mondiale tra Inghilterra e Italia da seguire al maxi schermo di piazza del Popolo.








Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2014 alle 20:01 sul giornale del 12 giugno 2014 - 718 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, luca muscolini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/5z3