Palio dei Castelli: vincono Settempeda e Colleluce

3' di lettura 16/06/2014 - Castello di Colleluce e rione Settempeda über alles.

Sono loro i vincitori del Palio dei castelli di San Severino 2014. I neroverdi di Colleluce hanno prevalso contro pronostico fra gli adulti, ottenendo il terzo successo della loro storia, potendo così festeggiare con il dipinto degli alunni della Secondaria Luzio diretti dalla prof. Sabrina Nardi.

I giallorossi di Settempeda si sono guadagnati il cencio dipinto dalle scuole dell’Infanzia della città nonostante la sconfitta, sia nel tiro alla fune che nella corsa delle torri, a vantaggio di Villa di Cesolo che però, da parte sua, non è riuscita a colmare il consistente svantaggio accusato nel corso del Palio dei Bambini del lunedì precedente, quando si sono disputate le gare di: mattone, pallina, sacchi e trampoli.

I baby di Settempeda si sono imposti con 71 punti contro i 62 di una mai doma Villa di Cesolo. Di Contro, 57 punti; Colleluce, 45; Taccoli, 43; Serralta, 34 lunghezze, hanno completato la classifica definitiva. Nel Palio dei grandi Colleluce ha spezzato il dominio di rione Settempeda (tris di fila) vincendo in assoluto per la terza volta. Colleluce ha sbaragliato il campo centrando un ottimo secondo posto nella corsa delle torri, memorial don Amedeo Gubinelli, l’ispiratore dei giochi del Palio, dove la velocissima Settempeda ha bissato il successo del 2013, schiantando tutti.

“Puntiamo al poker di vittorie nelle torri, come è accaduto in passato per Villa di Cesolo” ha dichiarato il capitano Emanuele Rocci. Giallorossi a… metà dell’opera. Nella fune, memorial Giammario e Graziano Piancatelli, Colleluce ha domato Serralta con due vittorie su tre.

“Abbiamo vinto due volte nel campo a sfavore, perdendo una tirata in quello favorito perché in leggera pendenza – ha commentato felice capitan Andrea Mizioli -. Serata particolare. Dedichiamo la vittoria contro un grande Serralta al giovane Walter Falistocco che non è più fra noi ed ai fratelli Piancatelli a cui è dedicato il memorial”.

Poi l’abbraccio con il terzo fratello Piancatelli, Angelo, commosso per la dedica. Nella classifica conclusiva Colleluce con 62 punti ha messo in riga, nell’ordine: Settempeda con 51, Di Contro e Cesolo, ex aequo, con 45, Taccoli con 43 e Serralta con 35.

Dopo la premiazione con i due Palii ad opera del primo cittadino, Cesare Martini, in costume quattrocentesco, consueto spettacolo pirotecnico a base musicale e tanti giovani incollati al maxischermo allestito in piazza del Popolo per gustarsi Inghilterra-Italia. È stata una notte magica, con un folto pubblico, pur con tanti nasi all’insù da parte degli organizzatori trepidanti per l’annunciata “Summer Storm” che ha concesso tregua proprio in serata.

“Ha vinto l’intera San Severino – ha detto al termine dei giochi il sindaco Martini – perché il Palio è la festa di tutti i settempedani”.

Un solo momento di apprensione, quando, nel corso della finale della corsa delle Torri baby, un ragazzo di rione Settempeda è caduto in prossimità della fontana vicino all’ingresso del Comune. “Per fortuna i soccorsi sono stati tempestivi – ha rassicurato la presidentessa dell’Associazione Palio, Graziella Sparvoli – ed in breve è arrivata la notizia che aveva recuperato. I miei collaboratori mi hanno convinto a rischiare contro il meteo. Hanno avuto ragione. Chiudiamo ricordando le tre serate medievali (20-22 giugno) di Castello al Monte, con tanti spettacoli e la ricca caccia la tesoro”.








Questo è un articolo pubblicato il 16-06-2014 alle 11:26 sul giornale del 17 giugno 2014 - 561 letture

In questo articolo si parla di attualità, san severino marche, luca muscolini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/5TK





logoEV
logoEV