70 anni dalla liberazione: pergamene in Municipio agli Eroi della Resistenza

2' di lettura 02/07/2014 - Ci saranno anche alcuni eroi della Resistenza settempedana alla festa per il 70esimo anniversario della Liberazione di San Severino Marche, in programma per domenica (6 luglio).

Ben tre le cerimonie ufficiali che si apriranno la mattina, il ritrovo è previsto alle ore 10,30 al cimitero monumentale, con lo scoprimento di una lapide commemorativa in ricordo della figura del partigiano etiope Carlo Abbamagal, ex suddito coloniale che, liberato da Villa Spada di Treia dove era stato imprigionato, si unì ai componenti il Battaglione Mario che operavano nelle campagne di San Severino. Trovò la morte, pochi mesi dopo, durante un conflitto a fuoco con i soldati tedeschi nella zona del San Vicino.

Ad Abbamagal sarà dedicato un convegno di studi che si terrà, a partire dalle ore 11,30, nella sala del Consiglio del Municipio. All’incontro interverranno, in qualità di relatori, il prof. Uoldelul Chelati Dirar, dell’Università degli Studi di Macerata, che parlerà del “Colonialismo italiano nel corno d’Africa”, e il dottore di ricerca Matteo Petracci dell’Isrec di Macerata, che tratterà de “Gli africani della Pai nella Resistenza”.

Nel corso del convegno la sala del Consiglio del Municipio ospiterà anche la consegna di alcuni attestati di benemerenza assegnati dalla Prefettura e dall’Anpi ai veri protagonisti della Resistenza locale, che sono ancora in vita. Si tratta di Domenico Piermattei, che ha ritirato la pergamena nei giorni scorsi nell’ufficio territoriale del Governo, a Macerata, durante una cerimonia cui ha preso parte anche il sindaco, Cesare Martini. Con lui verranno insigniti della pergamena “a ricordo della lotta per riscattare la libertà e la dignità dall’oppressore nazifascista” altri cinque settempedani: Olivio Bartolacci, Luigi Cristini, Alduino Pelagalli, Silvio Salvucci e Pacifico Traversi.

Sempre domenica, ma nel pomeriggio a partire dalle ore 16,30, commemorazione ufficiale degli Eccidi di Chigiano e Valdiola con ritrovo presso il ponte di Chigiano. Alle ore 17 sarà celebrata una santa messa mentre, alle ore 18, seguiranno gli interventi delle autorità che saranno introdotti da un ricordo di Bruno Taborro, già presidente della sezione cittadina dell’Anpi. Prenderanno la parola il sindaco, Cesare Martini, insieme a Francesco Rocchetti ed Annalisa Cegna dell’Isrec di Macerata. A quest’ultima sarà affidata la relazione ufficiale.

Intanto in questi giorni, sempre in occasione del 70esimo dalla Liberazione, il Circolo filatelico numismatico “C. Pizzi” di San Severino Marche propone una mostra allestita con la collaborazione della sezione “capitano Salvatore Valerio” dell’Anpi nella chiesa della Misericordia, in piazza Del Popolo. L’esposizione sarà visitabile fino al 6 luglio dalle ore 18 alle ore 22.








Questo è un articolo pubblicato il 02-07-2014 alle 15:03 sul giornale del 03 luglio 2014 - 556 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, daniele pallotta, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/6IJ





logoEV
logoEV