Matelica: arrivano dal governo Renzi i soldi per la scuola elementare chiesti da Sparvoli

2' di lettura 10/07/2014 - Nell’ambito del progetto “Scuole nuove, belle e sicure”, il gruppo consiliare di minoranza, Nuovo Progetto Matelica, rende noto che sono arrivati anche a Matelica i fondi del Governo Renzi.

Nello specifico saranno destinati al rifacimento delle scuole già presenti in 18 comuni della provincia più di un milione e 700 mila euro. Circa 82 mila, serviranno per il “restyling” degli Istituti di Appignano, Cingoli, Corridonia, Matelica, Morrovalle, Porto Recanati e Potenza Picena.

“L’edilizia scolastica è una problematica che è stata sempre molto a cuore alla nostra amministrazione comunale – sottolinea l’ex Sindaco Paolo Sparvoli, che lo scorso mese di marzo ha scritto una lettera al Presidente del Consiglio Renzi dove ha espressamente richiesto degli interventi per la scuola elementare di Via Spontini, a spese dello Stato – Ho subito accolto l’invito lanciato, da Matteo Renzi, che ha inviato a tutti i Sindaci d’Italia una lettera in cui si sollecitava l’individuazione di un edificio scolastico all’interno del Comune che necessitasse di interventi e la redazione di una sintetica nota sullo stato e sugli interventi da realizzare, ed ha prontamente risposto avanzando la sua richiesta."

"L’edificio scolastico matelicese - continua Sparvoli - che maggiormente ha bisogno di qualche intervento e ristrutturazione è la Scuola Elementare di via Spontini, che risale alla metà degli anni Sessanta ed è il più vecchio tra i plessi scolastici cittadini. Nel corso degli anni ha subito continue ristrutturazioni per consentire una corretta attività didattica. Nella nota inviata a Renzi, oltre a descrivere la scuola, ho passato in rassegna i diversi interventi di miglioramento a livello infrastrutturale, energetico e didattico, in particolare nell’ambito del settore informatico, di cui necessita l’edificio scolastico. Servono, dunque, provvedimenti, finalizzati a migliorare la palestra, il giardino antistante, lavagne multimediale e molti altri."

"Abbiamo sfruttato subito questa occasione – dichiara infine Sparvoli – e siamo davvero soddisfatti che essa abbia avuto un seguito, considerando il patto di stabilità e i continui tagli che i comuni hanno subito finora, i bilanci sono pressoché bloccati e in questa situazione sarebbe stato veramente difficile fare interventi. Mesi fa è stato lo stesso Matteo Renzi, da ex-Sindaco, a sottolineare che questa è la reale situazione. La scuola in oggetto dopo il terremoto del 1997 è diventata l’unica scuola elementare del Comune di Matelica. Considerando l’evoluzione dei metodi didattici vi è la necessità di modificare spazi e destinazioni al primo e al secondo piano rendendo necessaria la realizzazione di un ascensore per raggiungerli anche da persone con ridotte capacità motorie, con la conseguente ridistribuzione degli spazi scolastici. Adesso spero che l’attuale amministrazione si attivi immediatamente affinché con queste risorse, seppur modeste, si diano delle risposte pratiche e tangibili per i tanti bambini che frequentano questa scuola”.


   

da Nuovo Progetto Matelica
Gruppo consiliare di minoranza







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-07-2014 alle 19:48 sul giornale del 11 luglio 2014 - 904 letture

In questo articolo si parla di attualità, matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/65h





logoEV
logoEV