Matelica: 'Più sicurezza sulle nostre strade', ecco gli autovelox fissi

autovelox e45 umbria 3' di lettura 20/09/2014 - La sicurezza dei cittadini ed il rispetto del codice della strada costituiscono due obiettivi prioritari per il Comune di Matelica. In quest’ottica devono essere valutate le ultime scelte dell’ amministrazione Delpriori, attenta a contemperare necessità di proteggere pedoni e automobilisti e volontà di impiegare al meglio le risorse umane a disposizione, con l’obiettivo di massimizzarne il lavoro.

Nel dettaglio, la decisione di acquistare postazioni fisse di autovelox, rientra in un più ampio programma di interventi a favore della sicurezza stradale, frutto di un accordo in via di conclusione con la Provincia di Macerata. Il fine è quello di garantire prevenzione stradale su diversi tratti al di fuori del centro abitato, ritenuti pericolosi poiché più soggetti ad essere percorsi in eccesso di velocità.

Come si accennava in precedenza, l’intesa con l’ente provinciale e gli interventi che ne deriveranno, assicureranno al Comune di Matelica il vantaggio di “liberare” il personale della Polizia Municipale dalla sorveglianza degli strumenti mobili di controllo della velocità, e di essere così a disposizione per altre finalità.

Alla luce di quanto detto, appare pertanto necessario rendere delle precisazioni in merito ad alcune dichiarazioni del Consigliere Mauro Canil, riportate in un articolo a firma di Sara Sabbatucci pubblicato qualche giorno fa su un noto quotidiano cartaceo. Il trend crescente di introiti, per le casse comunali, derivanti da multe, ha visto, negli ultimi due anni e mezzo di amministrazione Sparvoli (2012-2013) un aumento del 70 % circa. L’ulteriore previsione di entrata di 99.000,00 euro inscritta nel bilancio 2014, che si vuol ora beffardamente scaricare sull’amministrazione Delpriori, altro non è, in realtà, che la conseguenza di una decisione presa dalla Giunta Sparvoli, con Delibera n.11 del 2/01/2014. I nuovi dispositivi di cui sopra, infatti, cominceranno a funzionare a pieno regime solo a partire dal 2015: era pertanto impossibile per l’amministrazione attualmente in carica prevederne gli effetti sul bilancio comunale già a partire da quest’anno.

Allo stesso modo, anche il sistema di sanzione amministrativa installato per punire chi passa con il rosso, all’altezza del semaforo sulla SS 256, è frutto di una volontà dell’ amministrazione Sparvoli (tanto che il sistema stesso è entrato in funzione nell’ agosto 2013). E’ premura della giunta Delpriori rassicurare i cittadini matelicesi che non è in atto alcuna azione che abbia l’intento di inasprire sanzioni amministrative, ma solo un’attività di prevenzione e di attenta amministrazione volta a garantire più sicurezza sulle strade del territorio comunale, senza costi aggiuntivi per le casse comunali. A tal proposito, corre l’obbligo di ricordare ai cittadini la necessità di rispettare il codice della strada: solo così ogni intervento di prevenzione avrà successo, e solo così non dovremo più tristemente prestare orecchio a quanto, troppo spesso, la cronaca degli incidenti stradali ci ricorda.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2014 alle 11:55 sul giornale del 22 settembre 2014 - 1987 letture

In questo articolo si parla di attualità, viabilità, sicurezza, strade, matelica, comune di matelica, autovelox

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/9ZX





logoEV
logoEV