Cosmari: l'amministrazione attacca i 5 Stelle e Progetto Matelica

2' di lettura 03/12/2014 - La maggioranza in Comune ha approvato la delibera che recepisce lo statuto del Cosmari, nell’ottica di pieno rispetto delle norme e dell’obiettivo di tutela ambientale del territorio, valori che hanno sempre orientato nelle sue scelte quest’Amministrazione.

Si tratta di uno Statuto, cioè un atto che regola l’entità giuridica di un ente, senza fissarne finalità e modalità operative. Che si delineeranno, poi, volta per volta.

A tal proposito, l’attività del Sindaco Delpriori è stata volta a creare una profonda sinergia con i Comuni nell’obiettivo di vigilare affinchè l’operatività del Cosmari in alcun modo leda la vocazionalità e l’integrità del territorio. Una vigilanza politica ed amministrativa, peraltro ben supportata dalle leggi regionali. In questo dibattito, si rileva la linea sconfortante dell’opposizione che agita l’inesistente spettro di pericoli ambientali.

Va rilevato, a tal proposito, che il voto contrario del Comune di Fiuminata è dovuto a questioni meramente contabili. Da un lato, il Movimento 5 Stelle ormai autocondannato ad arrivare in Consiglio Comunale con un copione già scritto su cui insistere nonostante si dimostri la totale irrealtà delle tesi (peraltro, per stessa ammissione del Consigliere Mori, costruite semplicemente facendo la media delle ricerche su Google).

Il vicesindaco Ruggeri, infatti, ha spiegato che il Comune si opporrà a qualsiasi scelta contraria all'ambiente, così che gli unici sistemi da accettare saranno quelli con digestione anaerobica. Sullo stesso piano sembrano essere anche i Comuni di Offida e Pollenza, i cui amministratori di maggioranza, rigettando le identiche eccezioni dei grillini, hanno ritenuto inevitabile il voto allo statuto Cosmari, pena l'esclusione dal sistema di gestione dei rifiuti.

Tutti hanno rivendicato la strumentalità delle eccezioni del M5S, visto che oltretutto lo statuto consente, a chi è socio, di rivendicare i diritti previsti dal Codice civile. Infatti votare emendamenti allo statuto Cosmari sarebbe stata azione non consentita in Consiglio, poiché lo statuto è atto di diritto privato, mentre gli emendamenti alla delibera riguardano il diritto amministrativo. Il voto allo statuto era stato richiesto dal Cosmari entro il 30 Novembre a tutti Comuni, così da poter avviare le pratiche notarili della nuova s.r.l..

Dall’altro lato, Progetto Matelica pur di insistere sull’arroccamento contro la maggioranza si è dimostrato disposto a sposare qualsiasi argomentazione più assurda e infondata. Una saldatura politica, quella tra Progetto Matelica e M5S, di cui si sono gettate le basi in campagna elettorale e che prosegue a suon di allarmismi. Come i ciechi di Bruegel, si tengono per mano senza sapere dove vanno.


da Per Matelica
Gruppo consiliare di minoranza





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-12-2014 alle 13:53 sul giornale del 04 dicembre 2014 - 895 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica, cosmari

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/acq6