Caldarola: i 'Promessi Sposi' chiudono la rassegna 'Il Gusto del Teatro'

2' di lettura 29/01/2015 - Dopo la grande emozione ed il grande successo dell’opera “Del Don Giovanni” di Francesco Facciolli, andata in scena domenica scorsa a cura della compagnia dei Picari di Macerata, sabato prossimo, 31 gennaio, alle ore 21.15, sempre nel teatro di Caldarola, la prima rassegna IL GUSTO DEL TEATRO chiuderà con un’altra commedia brillantissima, presentata dalla compagnia TeatroImmagine di Venezia, dal titolo I PROMESSI SPOSI, per la regia di Benoit Roland.

Che tutti conoscono. Che tutti hanno studiato anche. Che sono stati scritti da Alessandro Manzoni. Ma che, a leggere le note di regia, potrebbero essere presentati in un modo a di poco inconsueto:

Non vogliamo offrire al pubblico uno spettacolo recitato, bensì giocato, offrire il lato festoso del teatro dove l’attore non è uno strumento di un testo, di un regista, d’una scenografia, ma di se stesso. Rappresentare questa saga infinita, questo “tourbillon” di personaggi in cinque attori e un musicista è come fare un salto mortale su una corda sospesa: tu fai Lucia, ma poi diventi la Contessina Attilia che si traveste da gendarme mentre Agnese fa il Griso, Renzo si trasforma in Don Rodrigo, Don Abbondio è la Monaca di Monza ed Azzecca Garbugli è anche Padre Cristoforo, il tutto coronato dalle allegre note di una fisarmonica. Ogni attore ha allo stesso tempo il doppio ruolo d’artefice e vittima delle proprie azioni per narrare al pubblico una storia immortale. Drammatica e crudele, ironica e grottesca, tenera e romantica, ma soprattutto attuale.

“Abbiamo cercato con tanta cura di offrire il meglio al nostro pubblico – commenta Giampiero Feliciotti, presidente dell’Unione Montana Monti Azzurri – con la certezza di aver lavorato per il nostro territorio, per i nostri prodotti, per le nostre aziende e per i nostri unici frutti, irripetibili, inimitabili e meravigliosi. Abbiamo toccato con mano un pubblico cha ha saputo apprezzare teatro e cibi, alla stessa maniera, gustandoli. Siamo soddisfatti di questa esperienza!”.

“Un mese denso di emozioni teatrali ed enogastronomiche – dice Luca Giuseppetti, sindaco di Caldarola – e di questo siamo felicissimi. Sappiamo che potremo migliorare, ma abbiamo anche capito che tanta gente è venuta a Caldarola, dalle città vicine e lontane, attirate dal “gusto”, dalla qualità, dal modo con cui ci siamo saputi presentare. Questa credo che sia la parte migliore che abbiamo saputo costruire”.

Appuntamento finale per sabato prossimo, 31 gennaio: il consueto aperitivo/cena verrà servito a partire dalle ore 20, nelle scuderie del Palazzo Pallotta; un appuntamento ormai atteso e molto apprezzato sia per la qualità dei prodotti che per il modo in cui vengono presentati.


   

da Compagnia Teatrale Valenti




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-01-2015 alle 13:32 sul giornale del 30 gennaio 2015 - 750 letture

In questo articolo si parla di teatro, spettacoli, treia, caldarola, Compagnia Teatrale Valenti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aeEE