Sparvoli: 'Per Pasqua la giunta Delpriori regala ai matelicesi una piscina per fanghi'

3' di lettura 02/03/2015 - Da un recente accesso agli atti presso il Comune di Matelica, i consiglieri di opposizione di Nuovo Progetto Matelica hanno scoperto che gli attuali amministratori nulla hanno fatto per impedire la realizzazione della “nuova piscina” per i fanghi che è stata realizzata nel comune di Matelica.

L' amministrazione guidata dal sindaco Alessandro Delpriori ancora una volta ha dimostrato di agire in maniera totalmente opposta rispetto a quanto promesso in campagna elettorale e di aver invertito la rotta non mantenendo fede agli impegni presi con l’intera cittadinanza. La giunta comunale ci regala il saccone di accumulo di digestato che proveniente dalla centrale a biogas di Matelica.

“Durante la nostra consiliatura avevamo ricevuto l’istanza per la realizzazione di questo, chiamiamolo, "lago"e ci siamo mossi per ottenere un parere dall’Ufficio Agricolo di Zona, il quale, a suo tempo, diede parere negativo, mentre successivamente la Regione Marche, proprio sotto la consiliatura Delpriori, ha capovolto il parere espresso in precedenza dal proprio ufficio distaccato di Macerata. Finalmente, grazie al saccone di digestato, realizzato in località Fonterama, vengono a galla tutte le bugie che questa amministrazione ha raccontato. – dichiara il consiliere Paolo Sparvoli a nome del gruppo - Non vorrei essere al posto di quei 522 cittadini che hanno manifestato per la difesa e la tutela del territorio matelicese, contro una variante al PRG che non aveva mai previsto le RIR come già dichiarato dal Sindaco Delpriori. E questo oggi è chiaro a tutti."

"La ormai storica giunta Sparvoli-Canil - continua - aveva portato a casa anche il diniego dell’Ufficio Agricolo Regionale per la realizzazione di questo lagone di accumulo, tra l’altro ubicato vicino ad un corso d’acqua. L'accoppiata Casoni-Montesi e la giunta formata dagli ormai famosi paladini della salute e dell'ambiente, capinata dalla dottoressa Ruggeri, considerando il grande appeal che hanno con l'ente regionale dello stesso colore politico, sono stati capaci di far ribaltare l'iniziale parere negativo. Complimenti alla giunta comunale."

"Siamo, comunque, davvero felici perché finalmente il Sindaco Delpriori ha dichiarato pubblicamente che la centrale a biogas sita in località Pezze è stata autorizzata dalla Regione Marche e non dalla vecchia giunta. Ora ci chiediamo quali azioni importanti ed efficaci, a parte scrivere lettere inutili alla Regione Marche, l'amministrazione comunale, ed in particolare l'assessore e vice Sindaco, Annagrazia Ruggeri, abbiano compiuto visto il risultato ottenuto. Come mai la dottoressa Ruggeri o il grande oppositore della centrale a biogas, Assessore Roberto Potentini, nonché ricorrente a Tar, supportati dallo stendardo comunale, non si sono incatenati ai cancelli della Regione Marche per evitare che fosse realizzato nel nostro Comune, un lago di digestato ? Come mai non hanno sversato un’intera autobotte colma di digestato davanti a palazzo Raffaello, sede della Giunta Regionale delle Marche per protestare contro il parere favorevole della Regione? Come mai, per l’ennesima volta, non è stata informata la cittadinanza di tale opera? Non sono loro quelli che hanno accusato la nostra giunta di poca trasparenza? Il saccone di digestato, contrariamente alla centrale a biogas, non è stato autorizzato dalla Regione Marche, ma è un’istanza rivolta direttamente al Sindaco del Comune di Matelica. Questa - conclude Sparvoli - è un'altra sconfitta politica dei nostri amministratori che avevano promesso la tutela incondizionata della salute e del territorio, ma questo solo in campagna elettorale e i fatti lo dimostrano”.


da Nuovo Progetto Matelica
Gruppo consiliare di minoranza





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-03-2015 alle 20:02 sul giornale del 03 marzo 2015 - 1040 letture

In questo articolo si parla di politica, matelica, biogas

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/af0m





logoEV
logoEV