Camerino: Caprodossi contrattacca sulla farmacia comunale ed avanza altre tre proposte a Pasqui

Andrea Caprodossi 3' di lettura 07/08/2015 - Caro Sindaco le rispondo punto su punto senza polemiche di nessun genere:

- Vorrei rammentarLe che le case di riposo per l’approvvigionamento di farmaci e materiale sanitario seguono il canale della farmacia ospedaliera, bypassando le farmacie di comunità (e quindi in questo caso quella comunale), per ragioni di spesa pubblica.

- Riguardo la presunta scontistica, si dovrebbero fornire dati reali sulla effettiva efficacia della scontistica proposta dalla farmacia comunale al confronto con le analoghe iniziative delle farmacie private.

- Sugli utili per le casse comunali, il Sindaco potrebbe fornire i dati di quanto introitato dall’amministrazione dalla farmacia e quanto invece speso per gli stipendi dei dipendenti, una media degli ultimi 5 anni dovrebbe essere rappresentativa.

- Riguardo ai posti di lavoro, questi devono essere garantiti per il funzionamento della farmacia, e quindi non verrebbero persi in una eventuale privatizzazione.

- Il fatto che si chieda di fare una cosa diversa rispetto a Tolentino dimostra che nessuno si fa teleguidare dal Partito, si valutano invece le opportunità. A Tolentino infatti il PD si è opposto alla vendita della farmacia; a mio modo di pensare e dall’analisi della attuale situazione sarebbe giusto vendere o cedere parte delle quote della farmacia comunale di Camerino.

Di seguito il parere di Paola Castricini, esperta di compravendite farmacie comunali, riguardo la situazione del mercato attuale:

"L'istituzione di una farmacia comunale serve a garantire il servizio ai cittadini. Per essere una risorsa per l'ente deve anche essere in attivo portando nelle casse del comune introiti significativi. Il valore delle farmacie negli ultimi anni è andato progressivamente diminuendo e molti comuni stanno provvedendo alla riorganizzazione o cessione delle farmacie comunali. Nel caso delle farmacie totalmente di proprietà comunale una buona soluzione può essere quella di cedere il 49% ad un socio privato al quale si garantisce anche la direzione della farmacia. In questo modo il comune può incassare risorse importanti dalla vendita del 49%, ne mantiene comunque maggioranza e controllo e affidando la direzione al socio privato garantisce anche il maggior interesse del direttore della farmacia che ne è anche socio. Nel prossimo futuro la crescente crisi anche in questo settore e le recenti novità legislative porteranno ad una diminuzione costante del valore delle farmacie esistenti. E' consigliabile quindi attuare tutti i provvedimenti al fine di evitare di ritrovarsi tra qualche anno con farmacie in forte perdita, esistono in tal senso numerose esperienze di comuni che da questo tipo di gestione pubblico/privata hanno tratto vantaggio in termini economici senza far venir meno il servizio ma anzi migliorandolo. A disposizione per una valutazione della situazione specifica."

La mia è una proposta, non si tratta di svendita, tra l’altro la cifra voleva essere indicativa, ma di un affare (visto il periodo storico buono per le compravendite) che porterebbe una boccata di ossigeno alle casse comunali. Sono stato eletto per dare una mano e mi dispiace che le mie proposte siano considerate delle provocazioni (leggi l'articolo). Io comunque rilancio, e oltre alla vendita totale o parziale della farmacia propongo anche:

1) Per attrarre nuove aziende o aiutare la rilocalizzazione di aziende camerti, il Comune dovrebbe ridurre a zero il costo/mq delle zone aree artigianali;
2) Lavorare per stringere gemellaggi con cittadine straniere per poter aiutare il flusso turistico, ad esempio con città olandesi, vista l’attrazione che gli abitanti dell’Olanda hanno verso le Marche.
3) Agevolazioni fiscali per gli esercenti che tengano aperte le proprie attività anche la domenica, al fine di offrire servizi ai pochi, purtroppo al momento, turisti presenti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2015 alle 14:37 sul giornale del 08 agosto 2015 - 858 letture

In questo articolo si parla di politica, camerino, pd, farmacia comunale, caprodossi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/amXN





logoEV
logoEV