Settimana intensa per i Teatri di Sanseverino, dalla prosa al cinema

2' di lettura 03/11/2015 - Intensa settimana di eventi e appuntamenti per “i Teatri di Sanseverino” che domenica prossima (8 novembre) ospiteranno al Feronia la “prima” della nuova stagione di prosa con protagonista Daniele Pecci in “Amleto” di William Shakespeare.

Nell’attesa mercoledì 4 novembre, alle ore 21, il “Circolo dei Lettori” accoglie, a casa di Maria Cristina Cristini, un incontro dedicato ad Andrea Maggi che sabato prossimo (7 novembre), alle ore 21 all’Italia, presenta la sua ultima opera dal titolo “Il sigillo di Polidoro” quale nuovo appuntamento della rassegna “Incontri con l’Autore”.

Sempre questa settimana da segnalare la proiezione del film “Sangue del mio sangue”, al San Paolo, prevista per giovedì 5 e venerdì 6 novembre con inizio degli spettacoli alle ore 21. La rassegna di cinema ripropone, dopo il rinvio a causa di un guasto tecnico, anche “Il giovane favoloso” lunedì 9 novembre alle ore 9 per le scuole e, sempre lunedì, alle ore 21 per tutti, abbonati e non.

Si torna dunque a parlare di Andrea Maggi, già ospite in passato de “i Teatri di Sanseverino” con la sua opera prima “Morte all’Acropoli”. Maggi vive a Pordenone ed è un giovane professore di lettere appassionato di storia antica. “Una storia di vendetta, di sangue e di guerra”. Questo, in sintesi, sta nel suo nuovo romanzo “Il sigillo di Polidoro”. La luce del sole tramonta sui boschi alle porte di Sparta, un urlo improvviso rompe il silenzio: la voce appartiene a una ragazza che implora aiuto da un piccolo tempio. I primi a soccorrerla sono Apollofane e Filossena, il giovane mercante e l'affascinante filosofa sono in viaggio da giorni dalla lontana Atene. Quando lo sguardo di Filossena incrocia gli occhi della ragazza, non può credere a quello che vede: si tratta di sua nipote, figlia del fratello che non vede da anni. Sono giorni che l'uomo riceve minacce e sospetta che il movente sia politico. Filossena e Apollofane decidono di aiutarlo e proprio un anello con il sigillo di Polidoro sarà il loro lasciapassare per cercare indizi nei luoghi più segreti della città. Ma trovare il sequestratore si rivelerà impresa ardua e pericolosa, perché Sparta non è sicura, spezzata da agitazione profonde e dominata da voglia di vendetta, paure e rivolte.






Questo è un articolo pubblicato il 03-11-2015 alle 14:03 sul giornale del 04 novembre 2015 - 364 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, san severino marche, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/apZh





logoEV
logoEV