Oli esausti: a San Severino e Matelica arriva Oliver

Olio 2' di lettura 13/11/2015 - Continua “PER OLIVIA, la Campagna Informativa per la Raccolta Differenziata degli Oli Vegetali Esausti” rivolta ai cittadini della provincia di Macerata.

Patrocinata dal Ministero dell’Ambiente e promossa da COSMARI srl è un progetto firmato Adriatica Oli, azienda di Montecosaro con la compartecipazione dei Comuni interessati dall’evento. La prossima tappa sabato 14 novembre in piazza del Popolo a San Severino Marche.

Sensibilizzazione ambientale, è questo il caposaldo di Per Olivia che si avvarrà di Oliver, il furgoncino itinerante e colorato con funzione di info-point. Un’iniziativa importante se si pensa che lo scorretto smaltimento dell’olio da cucina e di conservazione degli alimenti è responsabile di ingenti danni ambientali. In particolare è altamente inquinante per gli ecosistemi naturali: ad esempio, quattro kg di olio vegetale versati in mare inquinano una superficie d'acqua estesa come un campo da calcio.

Lo smaltimento dell'olio esausto attraverso la rete fognaria ha effetti negativi anche economici per il comune e, indirettamente, per i cittadini: ogni chilogrammo di olio che arriva al depuratore comporta un costo di manutenzione pari a 50 centesimi. A livello domestico invece, questo rifiuto se versato nei lavandini, ne intasa le tubature provocando disagi e obbligando all’uso di acidi corrosivi e molto inquinanti. Solo se conferito nelle postazioni stradali può essere avviato a recupero e trasformato in prodotti utilissimi come saponi, distaccanti per edilizia, oli lubrificanti, inchiostri, nuova energia e biodiesel.

Non va trascurato che il biodiesel, tra i biocarburanti, presenta emissioni di CO2 molto basse: gli oli vegetali esausti, previa lavorazione, diventano quindi una valida alternativa al diesel prodotto dal petrolio, fonte esauribile e comunque sempre inquinante.

Per i benefici ambientali che la raccolta differenziata apporta, Adriatica Oli e COSMARI, in collaborazione con i comuni consorziati, hanno attivato, su tutto il territorio dei 57 comuni maceratesi, il servizio per la raccolta domestica posizionando 259 contenitori Olivia su strada e hanno stilato un calendario di incontri informativi con i cittadini che si terranno in occasione dei mercati settimanali. Le attività di sensibilizzazione riguardano 13 comuni e dopo Civitanova Marche, Tolentino, Monte San Giusto, Recanati, Macerata, Cingoli, Montecosaro, Potenza Picena proseguiranno a San Severino Marche (14 novembre), Morrovalle (18 novembre), Matelica (19 novembre), Corridonia (21 novembre), Porto Recanati (26 novembre).






Questo è un articolo pubblicato il 13-11-2015 alle 19:42 sul giornale del 14 novembre 2015 - 371 letture

In questo articolo si parla di matelica, olio, san severino marche, cosmari, consorzio smaltimento rifiuti macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aqqB





logoEV
logoEV