Cosmari: Pievebovigliana in attesa del microchip e dello studio sulla 'tariffa puntuale'

Pievebovigliana 1' di lettura 25/11/2015 - Innovativo il progetto che a Castelraimondo prevede la raccolta differenziata con sacchetti dotati di microchip e all’avvio sperimentale dello studio per l’applicazione della “tariffa puntuale” che premia i comportamenti virtuosi.

Aspettiamo anche l’adesione di Pievebovigliana dove, come dappertutto, chi trascorre annualmente solo pochi giorni di riposo paga come chi vive sul posto. Era ora che ci si accorgesse di far pagare in relazione alla quantità di rifiuti prodotti.

Da informazioni ufficiose però risulta che il Progetto Cosmari adottato dal Comune di Castelraimondo, sarebbe al momento privo di reale operatività. Ciò perchè sembra manchi l'apparecchiatura per la pesa dei sacchetti e la registrazione degli stessi a carico dei singoli utenti. Ci auguriamo un chiarimento che possa cancellare il dubbio che si tratti di un'iniziativa di facciata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2015 alle 18:39 sul giornale del 26 novembre 2015 - 469 letture

In questo articolo si parla di attualità, Pievebovigliana, Comune di Pievebovigliana, microchip

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aqTG





logoEV
logoEV