Camerino, Fanelli attacca: 'Rinegoziazione mutui scelta frivola e superficiale'

Marco Fanelli 4' di lettura 07/12/2015 - Sono veramente preoccupato per la situazione economico finanziaria della nostra città, i numeri in questo caso parlano chiaro, siamo sull’orlo del dissesto.

Sono ancora di più preoccupato per la frivolezza e la superficialità con la quale il nostro assessore al bilancio affronta la situazione attuale e quella a venire (leggi l'articolo).

Nelle ultime sue dichiarazione leggo "il comune grazie alla rinegoziazione dei mutui sosterrà un costo inferiore di circa 90.000 euro". A questo punto dico all'assessore: ma crede che noi cittadini abbiamo l’anello al naso? Chi può credere che allungando un mutuo o meglio più mutui, alcuni dei quali prossimi all'estinzione, si va a pagare di meno? Ci vuole far credere che gli istituti bancari ci fanno questo regalo? Proprio a noi?

Tutti sanno che rinegoziare un mutuo e prorogarne la scadenza porta complessivamente ad un aggravio complessivo della spesa anche non solo perché le rate dovranno essere pagate per molti anni ancora, fino al 2040 in questo caso, ma anche perché aumentano in modo spaventoso gli interessi da pagare soprattutto per quei mutui che sono prossimi alla scadenza.

Quando sento certe affermazioni pertanto, come nel caso dell’affidamento del servizio idrico, credo che sia giusto far sapere la verità. La verità è che l'assessore al bilancio ha deciso di rinegoziare tutti i mutui rinegoziabili (sulla base di una tabella trasmessa dalla cassa depositi e prestiti), senza sapere quanto costasse alla città la sua decisione. Ora capite bene quando dico di essere preoccupato per la superficialità e la frivolezza con cui si affrontano certe problematiche.

Il costo di tale operazione è venuto fuori solo perchè il sottoscritto è andato a scartabellare i documenti chiedendo il supporto dei responsabili e dei funzionari degli uffici comunali. Alla fine è venuto fuori che rinegoziare i mutui ci costerà all’incirca 700.000 euro. Si 700.000 euro a fronte dei 90.000 che momentaneamente non andremmo a pagare e qualche altro spicciolo negli anni successivi. Bell'affare direte! L'ho detto anche io.

Durante il dibattito in sede di consiglio comunale ho chiesto all'assessore che cosa ci avremmo comprato o finanziato con 700.000 euro, risposte elusive, ma alla fine dei conti ho capito che saranno utilizzati per finanziare le spese correnti. Ancora più sconcertante e disarmante è che alla domanda se era necessario rinegoziarli proprio tutti i mutui e quanto ci costava ognuno di essi in termini di interessi (considerato che alcuni erano prossimi all'estinzione) la risposta dell’assessore è stata che non lo sapeva. Come si fa a non valutarlo prima? Ogni buon padre di famiglia avrebbe studiato, letto, chiesto e riletto prima di prendere tale decisione. Soprattutto ogni buon padre di famiglia prima di allungare un mutuo cerca di non far aumentare le spese correnti. Esattamente il contrario di quello che è stato fatto.

La dura realtà è che i nostri soldi vengono amministrati in questo modo, le scelte non sono frutto di programmazione e ragionamenti, ma sono dettate dalle emergenze in cui il comune versa continuamente a causa della mancanza di programmazione e pianificazione. I calcoli e le verifiche che doveva fare l assessore tuttavia mi sono preso la briga di farli io ed ho verificato che la rinegoziazione di alcuni mutui, soprattutto quelli che tra cinque anni circa andavano in scadenza, porta ad un aumento della quota degli interessi da versare che arriva sino al 380 %. Il che vuol dire che se ci erano rimasti da pagare 1.000 euro di interessi ne dovremmo pagare 3.800! Qualcuno ora mi venga a convincere che questa è una gestione oculata e lungimirante.

Se almeno l’assessore avesse avuto l'umiltà di confrontarsi e magari di prendere in considerazione chi si è preso l’impegno di andarle a fare certe verifiche avremmo evitato di gravare sulla situazione economica del comune per i successivi 25 anni.


da Marco Fanelli
Consigliere Comunale Camerino





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2015 alle 12:40 sul giornale del 09 dicembre 2015 - 456 letture

In questo articolo si parla di politica, bilancio, camerino, Rinegoziazione mutui, marco fanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/armO





logoEV
logoEV