Una protesta in piazza Del Popolo per dire no alla chiusura del punto nascite di San Severino

1' di lettura 08/12/2015 - Si terrà sabato 12 dicembre, a partire dalle ore 9 e 30, la protesta popolare contro la decisione della Regione Marche di chiudere il punto nascita di San Severino (leggi l'articolo)

Tante in questi giorni le adesioni, con l'invito sui vari social network diventato virale già nello scorso week end. Un intero entroterra rimarrà infatti senza un ospedale in cui poter nascere da raggiungere in pochi minuti.

Dal 31 dicembre qualsiasi neonato, di Esanatoglia, Matelica, Gagliole, Fiuminata, Pioraco, Sefro, Muccia, Serrapetrona, Sarnano, Caldarola, Camerino, Pieve Torina, Pievebovigliana, Ussita, Bolognola, Fiodimonte, Castelraimondo e Visso (giusto per citare i Comuni più isolati), sarà costretto a venire alla luce presso l'ospedale di Macerata. Insomma un vero e proprio abbandono delle aree interne calato dall'alto, basato su numeri e mappe geografiche. Cancellate tutte le variabili: viabilità raccapricciante, strade disastrate, inverni più lunghi, eventuale aumento delle nascite, deroga Decreto Lorenzin e reparti ospedalieri d'eccellenza.

Appuntamento quindi a sabato 12, con lo scopo di riempire la piazza e far sentire alle istituzioni il dissenso popolare di un intero territorio contro uno dei tagli più inopportuni degli ultimi decenni.






Questo è un articolo pubblicato il 08-12-2015 alle 13:17 sul giornale del 09 dicembre 2015 - 783 letture

In questo articolo si parla di attualità, protesta, san severino marche, Riccardo Antonelli, articolo, punto nascite

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arom





logoEV
logoEV