Basket: l'Halley ci mette un quarto per reagire, ma alla fine torna alla vittoria

4' di lettura 13/12/2015 - L’Halley Matelica doveva reagire. E ha reagito. L’Halley Matelica doveva vincere. E ha vinto.

Da una parte una squadra ferita nel derby, e con una classifica che non consentiva più passi falsi se si voleva restare in zona vertice. Dall’altra una squadra che ha saputo piegare il Pisarum Pesaro e che all’andata aveva beffato la truppa di coach Pecchia vincendo di tre punti dopo essere stati sotto di venti all’intervallo.

Per l’allenatore matelicese, in settimana, c’era anche stata la tegola della notizia che Piloni non sarebbe stato disponibile, per il suo infortunio alla mano. E Sorci, pur presente, non si era allenato bene per un problema al ginocchio. Insomma la peggiore delle vigilie possibili.

E in effetti all’avvio dell’incontro Pedaso comincia a correre, la Vigor resta sui blocchi di partenza. Gli uomini di coach Camarri realizzano un eccellente 12-1 basato su tanta reattività (e quindi) tanti rimbalzi offensivi. Poi la Vigor da segni di vita e inizia a giocare . A metà quarto il tabellone dice 14-5, ma alcuni segnali restano preoccupanti: Di Angilla che continua a soffiare rimbalzi offensivi sotto il naso dei lunghi matelicesi; l’attacco biancorosso si inceppa e arriva l’infrazione di 24”; Pedaso centra due tiri da tre segnati a tabellone, in un solo quarto, sparati allo scadere: un attentato alla statistica. Ma Pedaso lo merita perché è l’unica squadra dentro il match. A 3’ dal termine del periodo il tabellone dice 22-7, poi Sorci prova a suonare la carica con una tripla. E’ quello che serviva: Matelica prende a giocare anche in difesa, dove non concede più tanti jolly agli ospiti. Alla prima sirena siamo sul 18-25, con ben 13 punti di Morresi per Pedaso. Saranno tuttavia i suoi unici del match. Nella seconda frazione Matelica continua a rosicchiare qualche punto: una supertripla da 7 metri di Sorci fa esplodere il palace e il canestro successivo di Monacelli fa ancora di più, costringendo Pedaso al time out sul 25-29 ospite, anche se il primo vantaggio dell’incontro dell’Halley (41-40) si avrà, su tiro di Toppi, solo a 2’ dal termine del quarto. A 8 decimi dalla sirena Pedaso ha l’occasione del pareggio. Impossibile? No, perché Conti si fa trovare libero nei pressi del canestro e deve solo prendere e appoggiare: 46-46 e una seconda parte di partita che si annuncia davvero punto a punto.

E così è: Matelica in attacco fa quello che deve, segnando sotto canestro con continuità con Toppi e Munijc. Ma Pedaso riesce sempre a restarle francobollata, con le iniziative di Conti e Morresi. Ci pensano Munijc e Nasini a scrollarsi di dosso gli avversari (58-54), ma serve anche difesa per scavare il solco. Cosa che puntualmente arriva, scadono i 24” e sul possesso successivo, Sorci va a segnare d’ignoranza, costringendo coach Camarri al time out. I suoi uomini cominciano a soffrire in attacco, dove le polveri cominciano a bagnarsi da fuori e sotto non si va più. Munijc invece, se servito spalle a canestro, è essere impossibile da marcare per i pur volenterosi mezzi lunghi ospiti. Monacelli porta per la prima volta i suoi alla doppia cifra di vantaggio (64-54). E Rath strappa applausi con il crossover e tripla che chiude alla grande il terzo periodo. La strada è tracciata, l’area è dominio incontrastato Halley. Pedaso resiste con due iniziative di Manfrini e Carletti. Un contropiede lanciato da Morresi poteva reinfiammare il match, ma Nasini stoppa e lancia la transizione che si completerà con la tripla di Monacelli per il 75-61. A suggellare la chiusura della saracinesca, ci sono altre due stoppate, di Ranitovic e Toppi, su due avventure nei pressi del canestro dei piccoli pedasini. Conti e Ayiku tentano il tutto per tutto, ma l’Halley resta fredda e non si scompone. L’ultima perla è la più bella, con Rath, in versione Stephen Curry, che ubriaca Ayiku in palleggio e gli spara la tripla a velocità doppia. Si chiude 84-76; Munijc è ancora il top scorer matelicese, con 27 punti.

Halley Vigor Matelica - Icecubed Pedaso: 84 - 76

MATELICA: Sorci 12, Pecchia n.e., Monacelli 11, Rath 9, Cintioli, Gentilucci n.e, Munijc 27, Toppi 6, Selami n.e., Nasini 15, Piloni n.e., Ranitovic 4. All.re Pecchia

PEDASO: Manfrini 5, Domesi 8, Morresi 13, Monterubbianesi, Di Angilla, Ayiku 8, Confaloni, Stampatori, Conti 16, Carletti 24, Capponi n.e. All.re Camarri






Questo è un articolo pubblicato il 13-12-2015 alle 12:08 sul giornale del 14 dicembre 2015 - 496 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, matelica, pedaso, articolo, halley matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arzo