Pasqui al veleno su Caprodossi: 'Unico suo scopo apparire sui giornali'

gianluca pasqui 2' di lettura 17/12/2015 - “Pensavo avessero sbagliato gli uffici, poi ho letto in fondo la firma del segretario del Partito Democratico, Andrea Caprodossi, ed ho capito che era tutto vero”.

E’ questo il commento tra il sarcastico e l’amareggiato del sindaco di Camerino, Gianluca Pasqui, all’interrogazione presentata dal consigliere Andrea Caprodossi sul baratto amministrativo (leggi). Un argomento, questo, già dibattuto e approvato in un consiglio comunale di diversi mesi fa, addirittura su proposta della stessa minoranza, nello specifico dal consigliere Pietro Tapanelli.

“Siamo abituati alle smanie sensazionalistiche di Caprodossi – prosegue il sindaco di Camerino – Ma che si arrivasse a presentare una interrogazione in copia ad una mozione già proposta da un collega e già approvata il 28 aprile del 2015 è una vera perla di disattenzione e pressapochismo. Non abbiamo problemi, come amministrazione comunale, a dare a Cesare quel che è di Cesare e, quindi, a riconoscere che l’input all’attivazione di un tavolo tecnico per la cittadinanza attiva, che prevedesse anche un regolamento per il baratto amministrativo, è stato dato da Tapanelli, eletto nelle fila della lista Comunità e Territorio, di cui Caprodossi fa parte. Quella mozione fu sottoposta al consiglio il 28 aprile del 2015 e l’amministrazione comunale aveva accolto favorevolmente la richiesta, impegnando la giunta all’istituzione di un tavolo tecnico, con la condivisione piena del capogruppo di Comunità e Territorio. Non a caso, come da documenti pubblici relativi a quella seduta del consiglio comunale, i consiglieri approvarono la mozione all’unanimità. Assenti, invece, risultavano proprio i consiglieri Caprodossi e Fanelli, gli stessi che, di contro, la presenza non la fanno mai mancare sui giornali”.

“Pensavamo che per il 2015 le perle di Caprodossi fossero finite – conclude il sindaco Pasqui - Invece al fotofinish ci ha deliziato ancora, superando di gran lunga se stesso e dimostrando ancora una volta di fare politica con l’unico scopo di apparire sui giornali, senza minimamente conoscere l’attività del consiglio comunale di cui egli stesso fa parte. Creando imbarazzi anche all’interno della sua stessa coalizione e del suo stesso partito”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-12-2015 alle 16:31 sul giornale del 18 dicembre 2015 - 826 letture

In questo articolo si parla di politica, camerino, comune di camerino, pasqui, caprodossi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/arKl





logoEV
logoEV