Sanità, Zura Puntaroni: "Ceriscioli si è suicidato politicamente"

Luigi Zura Puntaroni 1' di lettura 22/01/2016 - E' intervenuto anche il consigliere regionale Luigi Zura Puntaroni all'incontro del Comitato a sostegno dell'ospedale di San Severino Marche.

Nel corso della partecipata riunione per promuovere le prossime iniziative contro la chiusura del punto nascita (leggi), Zura Puntaroni ha espresso vicinanza alla protesta ed ha ribadito di aver fatto il possibile, insieme alle altre forze di opposizione, per contrastare le scelte in materia sanitaria del governatore Ceriscioli: "Abbiamo votato in maniera armonica insieme alle altre forze d'opposizione - ha detto - ma nonostante questo la maggioranza ha proseguito a testa bassa verso l'obiettivo. Devo dire che però ultimamente vedo dei ripensamenti, la riforma sanitaria non procede più spedita come prima". Per Zura Puntaroni è stata fondamentale la protesta dei primi cittadini del pesarese: "E' in quel momento che Ceriscioli ha iniziato a tremare. Quando ha visto tutti quei sindaci uniti contro di lui ha iniziato a prendere tempo. La resa dei conti secondo me è iniziata."

"Nel nostro territorio purtroppo - continua Zura Puntaroni - manca questa unità di intenti delle varie amministrazioni comunali. Ceriscioli si è reso conto di aver sbagliato; quando c'erano da fare i tagli andavano prima sentiti i sindaci e poi disposta la riforma. Quanto fatto invece è un suicidio politico, io non l'avrei mai fatto. Ok i tagli, ma non credo che Renzi gli abbia dato l'ordine di distruggere il suo partito".






Questo è un articolo pubblicato il 22-01-2016 alle 11:06 sul giornale del 23 gennaio 2016 - 789 letture

In questo articolo si parla di sanità, politica, san severino marche, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/asMM





logoEV
logoEV