Basket: inizia bene l'Halley, battuto il Fermignano

4' di lettura 07/02/2016 - Si è ricominciato a giocare a basket, con la prima giornata della fase ad orologio.

La Vigor Halley Matelica ha ricominciato da dove aveva finito. Aveva chiuso con trentelli rifilati alle due sangiorgiesi, dominate in attacco e soprattutto in difesa. Ha ripreso controllando e battendo senza patemi un Fermignano che non era certo superiore alle ultime avversarie anzi, e che in altre situazioni sarebbe stato completamente annientato.

Purtroppo, tra quelli e queste sono arrivate altre tegole alla voce infortuni, non se ne sentiva davvero il bisogno, in casa Vigor. Caviglia in disodine per Toppi e distorsione ancora più grave, durante una partita under 20 per Lollo Monacelli, protagonista assoluto del finale di campionato. Il ginocchio di Sorci ha poi chiesto time out e Selami e Cintioli hanno anche loro alzato bandiera bianca. Risultato: allenamenti…impossibili e dunque tante incognite. Per far fronte a questa situazione la società ha firmato Giulio Perini, classe 1994, che ha fatto in tempo a fare un allenamento con la squadra ed è stato buttato subito nella mischia. Pecchia lo mette infatti subito in campo, insieme a Rath, il convalescente Sorci, Ranitovic e Munijc. E la Vigor andrà proprio a trazione slava sabato.

E’ proprio Munijc a far valere la sua competenza sotto canestro, mettendo i primi quattro canestri dell’incontro e facendo subito capire a Gjinaj, il suo “dirimpettaio” sottocanestro, che non sarà una serata facile. Gli rispondono Roberti e Cassese dall’altra parte, che a sua volta sarà il più continuo terminale offensivo per i suoi, e dopo 4’ di gioco siamo ancora sul 8-8. Per Fermignano segna anche Tagnani, ma per gli ospiti Munijc è un rebus, segna in taglio, segna in post, segna anche in avvicinamento appena un cambio difensivo gli procuri un mismatch favorevole. Il primo break prova a darlo Sorci, con due triple consecutive e Matelica ne approfitta per chiudere poi il quarto a +7 (21-14). Matelica prova a piazzare un break ancora più muscolare, con Munijc e Piloni insieme e, a parte un paio di iniziative estemporanee di Tagnani e Cassese, la cosa sembra funzionare, prima che Gjinaj, piuttosto evanescente nel pitturato, mostri la sua mano morbida dalla lunga distanza e riporti i suoi a -5, seguito poi da un altro canestro ad alto coefficiente di Tagnani, che arrivano a -3 (27-24) approfittando di un passaggio a vuoto matelicese. Piloni e poi Ranitovic si incaricano di riportare la Halley a distanza di sicurezza (31-24) ed è poi Munijc a convertire in canestro un assist sopraffino di Pecchia. Coach Biondi prova ad arginare i lunghi con una zona, ma Sorci prova subito ad aprirla, si guadagna tre liberi e nell’azione successiva la palla arriva, senza neanche troppi problemi a Ranitovic, che però frutta un solo libero utile per andare in doppia cifra di vantaggio, 37-26, che è anche il punteggio all’intervallo lungo.

Il terzo quarto comincia con due punti di Ranitovic che raccoglie un pallone vagante e deve solo appoggiarlo al vetro. La Halley, pur senza spingere sul piede dell’acceleratore, riesce a tenere la partita in controllo, ma poi quando la concentrazione scende sotto il livello di guardia Fermignano riesce ad arrivare al -8 (42-34). Un’accelerazione in transizione, una delle sue, di Rath e una tripla di Sorci rimettono le cose a posto e Munijc porta poi l’Halley al massimo ventaggio (50-34). Che però non dura, perché alla fine del terzo periodo, il punteggio dice ancora 50-39: non certo sufficienti per buttare la pasta. Ma quando Tagnani fallisce il possibile -6 e Ranitovic si prende due punti d’ignoranza. Fermignano non riuscirà più ad avvicinarsi e da quel momento si aspetta il finale e anche per gli ospiti il problema sembra diventato piuttosto l’infortunio, a metà ultimo periodo di Roberti. Il finale dice 69-58, Matelica comincia bene la sua fase ad orologio, sperando in qualche passo falso della coppia Tolentino-Fabriano per intrufolarsi nella lotta per la fase finale.

Halley Matelica - Pall.Fermignano: 69-58 (21-14; 37-26; 50-39)

MATELICA: Sorci 13, Pecchia, Rath 4, Antonini, Munjic 26, Perini, Toppi n.e., Selami, Piloni 7, Ranitovic 19. All.re Pecchia

FERMIGNANO: Giannotti 2, Vignaroli n.e., Cassese 24, Spadoni 2, Tagnani 17, Santi, Roberti 8, Pontellini n.e., Alleruzzo, Crescentini, Gjnaj 5. All.re Biondi






Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2016 alle 17:55 sul giornale del 08 febbraio 2016 - 376 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, matelica, articolo, halley matelica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/atpo





logoEV
logoEV