Al Tacchi Venturi si parla di Siria con Asmae Dachan. Gettone di presenza del consiglio in beneficenza

2' di lettura 16/02/2016 - La giornalista siriana Asmae Dachan, autrice di un’intervista esclusiva pubblicata nell’ultimo numero di “Panorama” a Riyad Al As’ad, leader del Free Syrian Army, mercoledì 17 febbraio terrà un incontro con gli studenti dell’Istituto comprensivo “Tacchi Venturi” di San Severino Marche per spiegare il dramma che sta vivendo il popolo siriano.

Asmae Dachan, che da anni ormai vive nelle Marche, è autrice di numerosi articoli giornalisti, interviste e inchieste ma anche di molti reportage fotografici sulla Siria. Il suo incontro con gli studenti rientra nell’ambito delle iniziative promosse dalla dirigenza dell’Istituto comprensivo settempedano, con la collaborazione anche dell’Amministrazione comunale.

Alle ore 9,30 la giornalista parlerà agli studenti delle classi quarte e quinte presso la palestra della scuola “Luzio”. Successivamente incontrerà gli alunni della scuola media e del Consiglio dei Ragazzi, insieme al dirigente Sandro Luciani e ai rappresentanti dell’Amministrazione comunale nell’atrio dell’Istituto comprensivo.

Il Consiglio comunale cittadino nell’ultima seduta, com’è noto, ha deciso di destinare il gettone di presenza dei partecipanti all’Assise a sostegno di una bella e importante iniziativa di solidarietà lanciata dal Consiglio Comunale dei Ragazzi. Si tratta di una raccolta fondi a sostegno di Aissatou Diallo, una giovane alunna frequentante la 1^C della scuola media. La ragazzina deve sottoporsi a Lione, in Francia, a una serie di interventi chirurgici per una gravissima forma di scoliosi. La sua famiglia non riesce, da sola, ad affrontare le notevoli spese che le cure richiedono. Chi intende contribuire alla giusta causa può rivolgersi direttamente alla dirigenza dell’Istituto comprensivo “Tacchi Venturi”.

Intanto prosegue, è stata lanciata sempre dal Consiglio Comunale dei Ragazzi ed ha trovato pieno appoggio anche dalla Caritas vicariale, anche l’“Operazione Aylan”, una raccolta di abbigliamento, coperte, pannolini, alimenti per bambini, latte in polvere, materiale scolastico e giocattoli da inviare ai campi profughi fra Siria e Turchia, dove tanta gente in fuga dalla guerra si trova a vivere questo bruttissimo momento della propria vita. I materiali vengono raccolti a scuola e nella sede della Caritas. Chiunque può aderire, tenendo presente che viveri, vestiario e quant’altro saranno consegnati tramite l’organizzazione Onsur (www.onsur.it).






Questo è un articolo pubblicato il 16-02-2016 alle 14:01 sul giornale del 17 febbraio 2016 - 453 letture

In questo articolo si parla di cultura, san severino marche, beneficenza, daniele pallotta, siria, Asmae Dachan, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/atLo





logoEV
logoEV