Inaugurato a Matelica il Master in Wine Export Management, Corradini: "Corso diverso dagli altri" (foto)

Corradini, Casini, Delpriori, Petrelli, Mazzoni 3' di lettura 26/02/2016 - E' stata inaugurata nel Foyer del teatro Piermarini la prima edizione del Master in Wine Export Management organizzato dalla Scuola di Giurisprudenza Unicam in collaborazione con il Comune di Matelica e l'Istituto Marchigiano di Tutela Vini.

Non poteva non sorgere nella terra del Verdicchio un corso di alto livello dedicato a chi vuole perfezionare le conoscenze e le competenze professionali in ambito vitivinicolo internazionale. "Per la nostra Università si tratta di un corso diverso dagli altri - ha detto Corradini ai presenti - quando il Rettore gironzola con il suo slogan 'Università per il territorio' intende proprio questo. Abbiamo un vitigno invidiato da tutto il mondo ed in ogni paese devono imparare a goderselo. Verrà infatti studiato con grande consapevolezza il marketing territorio per territorio, recependo le indicazioni da ogni zona del pianeta per portarle qui e migliorare."

Un'eccellenza, quella Verdicchio, che ogni anno aumenta popolarità e vendite soprattutto all'estero. Il Master si inserisce proprio in questo contesto, cercando di formare esperti di marketing in un settore che ha ancora ampie possibilità di crescita. "Il Verdicchio è l'ambasciatore delle Marche nel mondo - ha affermato Alberto Mazzoni dell'Istituto Marchigiano di Tutela Vini - 3mila persone in queste valli hanno da mangiare grazie al vino. E' stato messo insieme un sistema in cui grandi e piccoli produttori fanno squadra e si riconoscono nel brand permettendoci di esportare in tutto il mondo; il termometro della crescita sono i vigneti che vengono impiantanti ogni anno. Ora però serve un investimento in intelligenza enologica e commerciale e questo Master va proprio in quella direzione."

Presenti all'inaugurazione, oltre agli studenti del Master, anche il vice presidente della Regione Marche Anna Casini, il direttore del corso Luca Petrelli ed il sindaco Delpriori. Proprio il primo cittadino ha sottolineato il rapporto necessario tra storia del Verdicchio e mercato globale, con il percorso in Wine Export Management come punto d'incontro. Delpriori poi ci ha tenuto anche a ringraziare il direttore della scuola di Giurisprudenza Antonio Flamini e l'assessore Roberto Potentini, entrambi ideatori del progetto. "Abbiamo messo insieme esperti e professori di settore - ha spiegato Petrelli - non si tratta di un Master con materie prese a destra e manca, ma un progetto formativo di 1° livello di 1500 ore obbligatorie. Volevamo farlo partire l'anno scorso, invece ci siamo aspettati e confrontati con una platea come il Vinitaly, cercando di capire cosa ne pensassero gli operatori del vitivinicolo. E' stato entusiasmante ed infatti nel frattempo sembrano essere spuntati anche altri corsi simili."

Per la vice presidente Anna Casini questa è la seconda visita a Matelica e la seconda apparizione sempre nei locali del Foyer. "Verdicchio e teatro è un grandissimo abbinamento, ora ne abbiamo un altro tra vino e cultura e si tratta di questo Master - ha scherzato Anna Casini complimentadosi per la bella location - I nostri prodotti sono connessi al territorio, ma esportare in un'altra parte del mondo è importante. Il Master creerà conoscitori di ogni singola sfumatura di Verdicchio ed in un mondo uniforme e globalizzato noi vendiamo tante sfaccettature di Marche, dalle tante varietà proprio di Verdicchio alle diverse qualità di olio. Gli studenti saranno sicuramente facilitati a vendere dopo questo corso, specialmente se dovranno vendere Verdicchio."

(sotto le foto dell'evento, clicca sulle immagini per ingrandire)








Questo è un articolo pubblicato il 26-02-2016 alle 20:09 sul giornale del 27 febbraio 2016 - 1212 letture

In questo articolo si parla di attualità, matelica, Unicam, verdicchio, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aub7





logoEV
logoEV