Esposito segna anche da calcio d'angolo: Chieti battuto dal Matelica

5' di lettura 06/03/2016 - Solito show di Vittorio Esposito e solita prestazione solida del Matelica sul campo di località Boschetto.

Nonostante giocasse in condizione fisiche non ottimali, anche oggi il fantasista biancorosso ha dato dimostrazione di essere un giocatore di almeno due categorie superiori segnando una tripletta grazie a due rigori ed un tiro diretto da calcio d’angolo. Buona comunque la prestazione del Chieti, che esce tra gli applausi nonostante il secco 3 a 0 firmato proprio dall'ex Esposito.

Tra gli assenti per i locali vanno in panchina Perfetti e Boskovic, squalificato invece l’attaccante Pesaresi. Per gli ospiti (noni in classifica) formazione rimaneggiata da Marino a causa soprattutto dell’assenza di Massimo.

Parte subito bene la squadra di Clementi con diversi affondi firmati Jachetta e Giovannini. Al 14’ però sono i due Esposito (Francesco e Vittorio) a dialogare bene a centrocampo e penetrare in area di rigore trovando un fallo in seguito ad un dribbling dell’attaccante matelicese. L’arbitro indica il dischetto concedendo l’opportunità allo stesso Esposito di realizzare l’1 a 0. Dieci minuti dopo brivido per i padroni di casa con Dos Santos che tutto solo davanti a Nobile spreca la palla del pareggio. Al 31’ schema su calcio d’angolo e Chieti che sfiora di nuovo la rete con la difesa del Matelica che riesce però a spazzare. Poco dopo ancora Comini pericoloso con un tiro cross terminato sulla traversa. Gli ospiti giocano meglio ed al 35’ altra clamorosa azione da gol sprecata da Dos Santos che in area tira sul palo servendo involontariamente Fiore: a porta spalancata è bravo Dano a chiudere rilanciando il più lontano possibile. Ma è proprio nei momenti di difficoltà che Esposito prende per mano il suo Matelica e glissa il risultato sul 2 a 0 nei minuti di recupero grazie ad una strabiliante rete addirittura da calcio d’angolo. Parabola imprendibile e Romaniello battuto tra lo stupore generale.

Nel secondo tempo il Matelica ci mette 7 minuti a chiudere definitivamente la questione. Al 52’ infatti su un cross rasoterra di Esposito, Giovannini la gira in porta e Sbardella devia di mano. Per l’arbitro l’intervento vale il secondo calcio di rigore del match. Dal dischetto va di nuovo Esposito che non sbaglia e porta le sue reti in campionato a quota 15. Due minuti dopo dall’altra parte del campo Borghetti svirgola e per un niente rischia di concedere il gol della bandiera. Il Matelica, dopo questo episodio, ritrova subito la concentrazione e abbassa il ritmo del match facendo scorrere i minuti che mancano al termine. Da segnalare infine le due espulsioni per gli ospiti di De Queiroz e Delgrosso. Il primo viene cacciato dal rettangolo di gioco per colpa di un fallo da ultimo uomo su Bedin, il secondo invece si becca la seconda ammonizione per un intervento a gamba tesa su Borgese.

“E’ una partita difficile da analizzare – ha detto mister Marino a termine dei 90 minuti – oggi siamo stati davvero sfortunati tra arbitro e episodi vari. Ci abbiamo messo del nostro, ma abbiamo anche avuto una giornata storta. Perdere 3 a 0 così, cioè senza subire azioni da gol clamorose, è frustrante.”

Per Clementi invece questa partita è stato un “segnale importante dopo lo stop delle ultime giornate causato da Samb e Avezzano. Il Chieti ha giocato un buon match – ha poi spiegato ai giornalisti – ma noi siamo stati bravi a chiudere gli spazi e ripartire in gran velocità.” Ancora una volta però impossibile non attribuire ad Esposito quel che è di Esposito: “Ho finito le parole per Vittorio – ha confessato Clementi – ha giocato in condizioni fisiche d’emergenza, nessun altro al posto suo avrebbe scelto di giocare.”

Per la prossima giornata di campionato bisognerà attendere fino al domenica 20 marzo: dopo la pausa di due settimane il Matelica tornerà in campo a Castelfidardo con l'obiettivo di rimanere a +4 dal Fano. Impossibile ormai raggiungere la Samb, anche oggi infatti la squadra di Titone e compagni ha portato a casa i 3 punti ai danni del Giulianova,

MATELICA – CHIETI 3 – 0

MATELICA: Nobile, Girolamini (79’ Vallorani), Dano, Borghetti, Borgese, Gilardi, Giovannini, Esposito F., Jachetta (84’ Ilari), Esposito V. (79’ Frinconi), Bedin. (A disp.: Renzi, Ercoli, Boskovic, Ferretti, Perfetti, Sema). All Clementi.

CHIETI: Romaniello, Delgrosso, Mariani (46’ De Queiroz), Piccolo (65’ Molenda), Sbardella, Pietrantonio, Fiore (65’ Zanetti), Varone, Dos Santos, Comini, Riccucci. (A disp.: Del Rossi, Varricchio, Cresto, Di Rosa, De Deo, Ebwele). All. Marino.

Arbitro: Cascone di Nocera

Reti: 14’ Esposito V. (rig.), 46’ Esposito V., 52’ Esposito V. (rig.).

Ammoniti: 25’ Esposito F. (M), 63’ Bedin (M), 89’ Delgrosso (Ch). Espulsi: 71’ De Queiroz (Ch), 91’ Delgrosso (Ch).

Classifica: Samb 65, Matelica 54, Fano 50, Campobasso 44, Recanatese 40, San Nicolò 39, Jesina 39, Fermana 37, Chieti 34, Vis Pesaro 34, Avezzano 32, Monticelli 31, Isernia 30, Olympia Agnonese 29, Castelfidardo 29, Folgore Falerone 29, Amiternina 24, Giulianova 22.






Questo è un articolo pubblicato il 06-03-2016 alle 17:28 sul giornale del 07 marzo 2016 - 1540 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, chieti, serie d, Riccardo Antonelli, articolo, matelica - chieti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/auv2