Amy Winehouse vs Janis Joplin al Foyer del Piermarini: a seguire Ricci e Johnson sul palco del teatro matelicese

4' di lettura 29/03/2016 - Matelica Festival Jazz&Wine, la rassegna realizzata dal Comune di Matelica in collaborazione con San Severino Blues, entra nel cuore del suo programma con un doppio appuntamento: giovedì 31 marzo nel Foyer del Verdicchio con un aperitivo e serata dedicata a Janis Joplin e Amy Winehouse dal duo Clarissa Vichi e Paolo Sorci e venerdì 1 aprile con l’evento internazionale sul palco del teatro Piermarini che vede protagonisti Alphonso Johnson, icona mondiale del basso elettrico, Frank Ricci e Adriano Molinari, batterista di Zucchero.

Il primo evento è fissato per le ore 19 e 30 con l'aperitivo su prenotazione. A seguire ingresso libero. I due bravi musicisti marchigiani, appassionati di musica soul e blues, fondono il linguaggio jazzistico con brani di provenienza pop, in chiave acustica. La bellissima voce di Clarissa Vichi e la chitarra di Paolo Sorci (nella foto di copertina) propongono una raffinata ed originale rilettura del blues di Janis Joplin a confronto con il soul jazz di Ami Winehouse, con incursioni nel funk di Stevie Wonder e nei grandi brani pop.

Clarissa Vichi canta meravigliosamente soul, jazz, rock e R&B, con naturalezza e in chiave personale. Ha una notevole esperienza nel musical: produzioni importanti al fianco di Katia Ricciarelli, firmate da Franco Miseria, diploma specialistico nella scuola di Rossana Casale, ruolo protagonista in “Chicago Il Musical”. Appare in tv come vocalist e collabora con musicisti come Paul Manners, Maurizio Fabrizio, Gianni Giudici. Ottiene riconoscimenti in ambito jazz e partecipa al Festival della Canzone Italiana 2013 a New York.

Paolo Sorci è chitarrista e autore di jazz: con gli Havona incide due album e suona in festival jazz in Italia e Francia. È l’anima dei Welcome to the Django, il quartetto omaggio al grande Django Reinhardt, il primo jazzista europeo sul quale ha scritto un libro monografico.

Dopo il successo di Frankie Chavez sul palco del teatro Piermarini di Matelica arriva poi un'icona mondiale del basso elettrico, Alphonso Johnson, al fianco di Frank Ricci (nella foto sotto), il bravo compositore e chitarrista jazz rock marchigiano, che sta ultimando le sessioni di registrazione del nuovo disco "A Big Dream II", in uscita per l'estate. L'appuntamento è per le 21 e 15 (di venerdì 1 aprile). 12 euro l'ingresso con posto numerato, 10 euro il ridotto.

Frank Ricci aveva già stupito nell'estate 2014 quando chiamò Stuart Hamm, altro bassista di fama mondiale, a presentare dal vivo il suo primo lavoro discografico in esclusiva nazionale per San Severino Blues. Idem quando ha aperto i concerti di Eric Johnson e Robben Ford. Ora, nel work in progress per il nuovo disco, sorprende con questo nuovo live insieme ad Alphonso Johnson, grande innovatore del basso, famoso stickista jazz fusion.

La carriera artistica di Johnson è incredibile. Per due anni (1974-76), dopo Miroslav Vitous e prima di Jaco Pastorius, è stato membro dei Weather Report, con i quali ha registrato gli storici album “Mysterious Traveler”, “Tale Spinnin” e “Black Market”, dove è stato anche co-autore dei brani "Cucumber Slumber", "Scarlet Woman" e “”Herandnu”. Poi dal 1984 al 1990 ha collaborato ed è stato il bassista di Carlos Santana: Live Aid, gli album “Beyond Appearances”, “Freedom”, “Blues for Salvador”, “Viva Santana!”, “Spirits Dancing in the Flash”. Nel periodo trascorso tra queste due collaborazioni ha pubblicato i suoi primi dischi da solista: “Moonshadows”, “Yesterday’s Dreams” e “Spellbound”. Alphonso Johnson è considerato uno dei più rappresentativi bassisti della scena internazionale, che ha contribuito alla crescita della tecnica strumentale bassistica nei primi anni settanta. Da un certo punto di vista, il suo stile lo pone a fianco di musicisti del calibro di Stanley Clarke e Steve Swallow. Infatti, oltre a Weather Report e Santana, sono state tante altre le sue collaborazioni con il ghota musicale jazz e rock: Billy Cobham, Wayne Shorter, Crusaders, Stanley Clarke, Quincy Jones, Sarah Vaughan, Phil Collins, Airto Moreira, Flora Purim, Steve Khan, Tom Scott ed anche il nostro Pino Daniele.

Alla batteria, per completare quello che si annuncia come un vero e proprio super trio, c'è Adriano Molinari, batterista di Zucchero dal 2002 e turnista per Scott Henderson, Frank Gambale e Bob Franceschini. E non è tutto, voci di corridoio dicono che in scaletta potrebbe esserci un piccolo omaggio al grande John Coltrane.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-03-2016 alle 16:18 sul giornale del 30 marzo 2016 - 587 letture

In questo articolo si parla di matelica, spettacoli, san severino blues

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/avjs





logoEV