Niente da fare per la Vigor: a Matelica passa l'Urbania

Piloni 3' di lettura 12/04/2016 - Palasport matelicese di nuovo solcato dagli atleti Vigor per cercare di ritrovare subito la via della vittoria contro Urbania.

Ma anche stavolta parte contratta la Vigor, subisce l’esperienza di Facenda e si ritrova 4 – 8. Pecchia butta subito nella mischia la sedicenne sfacciataggine di Selami, che prima appoggia il 6-8, poi ruba un pallone che Rath trasforma nell’8 pari. La fine del primo quarto dice 13-14, il consueto difficile avvio Vigor stavolta è stato assorbito meglio. Nel secondo periodo poi, entra in scena un ottimo Piloni (9 punti nel quarto per lui), ma l’atletismo di Imsandt e Diana manda Urbania sul 18-24. Coach Pecchia blocca tutto e ci parla su, e al rientro in campo Ranitovic trova subito un canestro più fallo. Urbania però non sta a guardare: Diana con 5 punti e Imsandt con un siluro allungano fino al 26-34, che Rath con un libero corregge sul 27-34 finale all’intervallo.

E’ sempre il numero 8 biancorosso a muovere il punteggio, all’inizio del terzo periodo, con una tripla che avvicina Matelica al -3. Ma invece del riaggancio, Urbania va da Longoni, che prima permette a Urbania di riallungare a +8 (34-42) e poi, con un 6-0 personale, porta il vantaggio ospite in doppia cifra e issa Urbania al +13. E’ di nuovo il giovane Selami a suonare la carica, segnando una tripla che fa sperare tutti, specie quando Rath riporta Matelica ad un raggiungibile -8. Urbania tiene ma non riallunga e anzi è Perini a segnare il canestro del -4. Imsandt, di nuovo lui, fa e disfa per i suoi: prima segna la tripla, poi si becca un tecnico che Pecchia converte in libero per il -6 con palla in mano. Rath si butta dentro, subisce un fallo non fischiato e l’arbitro deve aver intravisto una protesta nello sguardo del play matelicese (che non apre bocca…). Il tempo stringe e Matelica è costretta al fallo sistematico, ma Urbania non trema e porta a casa il risultato. Ancora una volta una più che dubbia fischiata penalizza il risultato di un finale punto a punto. Ma ancora una volta la squadra non riesce a chiudere prima l’incontro. E più passa il tempo, più aumentano i fantasmi in campo a bloccare i biancorossi.

Il prossimo turno e ultimo della fase ad orologio sarà in trasferta, sul campo del Campetto Ancona. Sarebbe importante chiudere con una vittoria, relativamente utile per la classifica, ma fondamentale per affrontare con uno spirito più sereno il primo turno dei playout dove, lì sì, non si potrà davvero più sbagliare nulla.

Vigor Halley Matelica – Lara Group Urbania 57 – 63

MATELICA: Pecchia 4, Rath 15, Antonini, Cintioli, Lacché, Munijc 2, Perini 4, Toppi, Selami 5, Piloni 15, Ranitovic 9. All.: Pecchia

URBANIA: Azzolini n.e., Marini, Pentucci 7, Longoni 17, Tancini, Matteucci, Diana 18, Dziho, Facenda 7, Imsandt 14. All.: Alberto D'Amato

Arbitri: Renga Mauro di Folignano, Siliquini Enrico di Pesaro






Questo è un articolo pubblicato il 12-04-2016 alle 11:11 sul giornale del 13 aprile 2016 - 548 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, matelica, vigor matelica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/avMB





logoEV
logoEV