Festa per per il nuovo campo sintetico di Matelica, Malagò stupito: "Mai vista una cosa del genere" (foto)

3' di lettura 10/10/2016 - Inaugurato il nuovo campo sintetico dello stadio di Matelica. Come preannunciato nei giorni scorsi, è stata l'occasione per presentare tutte le società sportive matelicesi, ma soprattutto è stata colta al volo l'opportunità di far partecipare il presidente del Coni Giovanni Malagò.

L'evento si è infatti svolto il 10 ottobre proprio per far intervenire una delle autorità sportive più importanti al mondo. Il campo era stato terminato in tempo per la prima partita di campionato ed ora i lavori proseguiranno per dotare l'impianto di altri spogliatoi.

Doveva essere una festa e così è stato. L'appuntamento è iniziato con la sfilata delle società matelicesi. Nonostante la pioggia ad intermittenza, centinaia di atleti hanno preso posto al centro del campo accompagnati dalla voce di Marco Moscatelli e Sara Santacchi e dalla musica del dj Carlo Crescentini. Nel corso della presentazione si è andato a formare uno spettacolare colpo d'occhio tricolore che nel finale ha fatto da cornice ad uno speciale show di luci e suoni. Emozionante anche l'inno d'Italia eseguito dalla banda ed intonato dalla cantante matelicese Maria Chiara Boarelli.

Prima però hanno parlato le autorità coinvolte. Ha iniziato il sindaco di Matelica, ribadendo quanto già detto sulla stampa nei giorni scorsi (leggi). "Questo è lo spazio di tutti - ha spiegato Delpriori - In momenti come questi bisogna mettere da parte tutte le rivalità e fare squadra. La collaborazione tra pubblico e privato ha funzionato."

Presente anche il presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari. "Grazie Canil, grazie imprenditori e grazie a genitori ed educatori - ha detto Pettinari - Avere 32 società sportive in una città come Matelica è impressionante."

Ovviamente non potevano mancare le parole dei due protagonisti di questo investimento, ovvero Giovanni Ciccolini dell'Halley e Mauro Canil presidente di Matelica Calcio e proprietario della Fidea. "Arrivare qui all'evento di stasera è un sogno - ha riferito Canil alle tante persone presenti in tribuna - L'impianto è stato voluto in collaborazione con l'amministrazione comunale che ringrazio così come ringrazio anche Malagò, averlo qui è un onore. Per me famiglia e scuola sono fondamentali per un adolescente, ma subito dopo viene lo sport e questo investimento va proprio in quella direzione."

A chiudere gli interventi è stato l'ospite d'onore, Giovanni Malagò, che ha ringraziato tutti e non ha nascosto lo stupore di fronte a tanti atleti ed a tante persone. "Non ho mai visto un evento come questo per l'inaugurazione di un campo - ha commentato Malagò - Qualche mese fa un signore è venuto nel mio ufficio e mi ha chiesto di venire a Matelica, quel signore era Mauro Canil, un visionario. Nel nostro paese avremo bisogno di più persone come lui perché lo sport si fa soprattutto sul territorio. Giro molto l'Italia, ci sono 8mila Comuni e devo dire che non avevo mai partecipato ad una cosa di questo genere. Viva Matelica, viva lo sport, viva l'Italia!"

Una giornata storica, quindi, per Matelica e per l'intero entroterra. Lo dimostrano le tante autorità sportive e pubbliche presenti, ma soprattutto lo dimostra il nuovo manto sul quale hanno messo i piedi centinaia di atleti matelicesi in questo uggioso lunedì pomeriggio. Un manto in sintetico che permetterà a grandi e piccoli di potersi allenare e crescere in un unico impianto situato nella loro città.

(sotto alcune foto della cerimonia, clicca sulle immagini per ingrandire)








Questo è un articolo pubblicato il 10-10-2016 alle 19:21 sul giornale del 11 ottobre 2016 - 12982 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, Riccardo Antonelli, articolo, malagò

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aB0V





logoEV
logoEV