Non solo forze dell'ordine: tra gli angeli del sisma ci sono anche gli 80 giovani volontari di 'Iononcrollo'

3' di lettura 10/11/2016 - Si chiama “Iononcrollo” ed è l’associazione fortemente voluta e creata dai giovani di Camerino, sia di nascita che di adozione, un attimo dopo essere stati colpiti dal sisma di questo ottobre 2016, che ha messo in ginocchio il Centro Italia e con sé anche la città ducale.

L’associazione, costituita anche formalmente, è nata parallelamente alla complessa macchina dei soccorsi che sta gestendo l’emergenza post terremoto nella città ducale (già gravemente lesionata dopo il sisma di agosto e adesso ormai distrutta dopo le scosse di mercoledì 26 e domenica 30 ottobre) guidata dal Centro Operativo Comunale e dai meravigliosi addetti della Protezione Civile e dei Vigili del Fuoco con l’aiuto degli straordinari volontari della Croce Rossa e degli uomini delle Forze dell’Ordine.

“Iononcrollo”, che ha già messo insieme ottanta volontari, è nata dal grande cuore dei ragazzi, camerti residenti e studenti universitari, che non hanno alcuna intenzione di restare con le mani in mano e non hanno considerato e non considerano in alcun modo l’ipotesi di andarsene e soprattutto quella di arrendersi alla forza drammatica della natura, che a molti di loro ha distrutto le abitazioni, le attività commerciali e i luoghi di una vita.

I volontari hanno messo in piedi in fretta una base operativa al Palazzetto “Drago Gentili” degli Impianti Sportivi, negli spazi messi gentilmente a disposizione dal Centro Universitario Sportivo di Camerino. L’Ateneo, del resto, è l’anima di questa città e questi giovani lo sanno bene. “Sentiamo che in questi momenti drammatici per la nostra città dobbiamo fare la nostra parte – le parole dei volontari che da giorni senza sosta sono al fianco degli addetti ai lavori e soprattutto dei concittadini in difficoltà – È stato impossibile fino ad oggi fare una stima dei danni subiti, anche per via del continuo riproporsi dello sciame sismico. Sappiamo di certo però che il nostro amato centro storico, ricco di storia, cultura, monumenti e opere d’arte di valenza nazionale e internazionale, è tutto da rifare. Ma anche i quartieri periferici sono gravemente lesionati, così come le quarantasette frazioni. Nonostante anche noi abbiamo subìto più o meno gravemente le conseguenze del sisma sentiamo che il nostro dovere sia restare accanto ai nostri concittadini e cercare di alleviare come possibile questi giorni di disagio, in particolare rimanendo al fianco dei bambini e degli anziani. In particolare vogliamo sottolineare che le nostre attività non si fermano solo a Camerino. Siamo operativi anche nei comuni limitrofi, distrutti anch’essi dal terremoto, come ad esempio Muccia, Pioraco, Fiuminata, Pieve Torina, Castelraimondo e San Severino Marche”.

Subito operativo anche il direttivo eletto dai soci fondatori dell’Associazione. Il presidente eletto all’unanimità è Claudio Enrico Cingolani, coadiuvato dai due vicepresidenti Giuseppe Di Paola e Manuel Bernardini, il segretario Marco Belardinelli, il tesoriere Erika Gatti ed i consiglieri Silvia Piscini, Stefania Scuri, Samuele Grasselli, Paolo Pavoni e Federico Belardinelli. “Iononcrollo è espressione di partecipazione, solidarietà e pluralismo, un’associazione a totale carattere volontario e democratico – spiega il presidente Claudio Enrico Cingolani - Concorre alla ricostruzione fisica, economica, sociale e culturale del territorio colpito dal sisma dell’ottobre 2016 promuovendo ogni iniziativa necessaria o utile ai fini di contribuire a diffondere una corretta e completa informazione dai territori colpiti, favorire la ricostruzione sociale delle comunità colpite dal sisma e condividere informazioni utili ai fini della gestione delle fasi di emergenza e di ricostruzione collaborando in particolar modo con gli enti preposti alla gestione dell’emergenza, in aiuto alla popolazione, favorendo così anche la partecipazione civica al processo e agli interventi di ricostruzione. Nostro intento in particolare, ricostruire la vita sociale tramite la realizzazione di spazi comuni di incontro, di manifestazioni ed eventi culturali, di progetti socio-culturali e sportivi mirati alla rinascita economica e sociale dei territori colpiti”.


   

da Iononcrollo
Associazione di Volontari Camerino







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-11-2016 alle 10:41 sul giornale del 11 novembre 2016 - 4036 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, camerino, iononcrollo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aDjl





logoEV
logoEV