Nerea riprende la produzione a Castelsantangelo: messe a disposizione delle auto per gli operai sfollati

2' di lettura 14/11/2016 - Il terremoto ha provocato danni ingenti ma Castelsantangelo sul Nera resiste ed il suo tessuto imprenditoriale si prepara a ricominciare, partendo proprio da Acqua Nerea.

Fanno la spola dagli hotel della costa dove sono alloggiati, i dipendenti dell'azienda, più che mai desiderosi di tornare alla normalità e di supportare appieno la ripresa della produzione. Per i più fortunati sono almeno 200 i chilometri che percorrono ogni giorno per recarsi al lavoro, alcuni ne percorrono anche 260. L’azienda ha deciso di supportare i dipendenti mettendo a disposizione delle auto da utilizzare per il viaggio. Insomma, c'è di fatto una ripresa e soprattutto la voglia di ricominciare, tanto da parte della proprietà che dei lavoratori.

Acqua Nerea è una delle realtà imprenditoriali più rilevanti della zona, con i suoi 22 dipendenti e i 70 milioni di bottiglie prodotte ogni anno, esportate anche in molti paesi esteri. Dai sopralluoghi effettuati alle sorgenti, nei giorni immediatamente dopo il sisma, è stato possibile verificare che le falde acquifere non sono state compromesse e per questo ci si è da subito adoperati per tornare ad imbottigliare e produrre.

Castelsantangelo sul Nera, epicentro della scossa del 26 ottobre ed a soli 6 km dall’epicentro di quella del 30, è oggi quasi rasa al suolo, come seriamente danneggiati sono i paesi limitrofi, sia sul versante marchigiano che umbro. Per questo, al momento di riaprire lo stabilimento, il primo pensiero è stato quello di dare un aiuto concreto alle persone sfollate: l’obbiettivo e quello di donare 1 milione di bottiglie ai Campi di accoglienza e alle Associazioni che ne avessero fatto richiesta. Una promessa che è divenuta subito realtà, tanto che i primi pallet sono stati già consegnati ai Campi di Muccia, Pievebovigliana, Pieve Torina, Camerino e altri soggetti.

Nella mattinata del 15 novembre, è previsto che i volontari del Banco Alimentare Nazionale ritirino il primo autotreno di prodotto presso lo stabilimento Nerea. Saranno consegnate circa 38.000 bottiglie che verranno poi redistribuite dall’ente presso i propri presidi sul territorio marchigiano, per essere poi inviate alle persone meno fortunate che ne hanno bisogno. Mercoledì 16 novembre, la Segretaria generale della CISL, Annamaria Furlan si recherà in visita presso le aziende colpite da sisma nel territorio tra Visso e Castelsantangelo ed è in programma che possa recarsi anche presso lo stabilimento di Acqua Nerea.

La visita è preludio ad un incontro che si terrà nel primo pomeriggio di mercoledì ed al quale parteciperanno l'Assessore della Regione Marche Angelo Sciapichetti, i Sindaci dei territori interessati dal terremoto quali Visso, Ussita, Castelsantangelo sul Nera, Pieve Torina, il segretario Generale FAI CISL Luigi Sbarra e il Segretario Nazionale FAI CISL Silvano Giangiacomi.


   

dagli Organizzatori





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2016 alle 20:57 sul giornale del 15 novembre 2016 - 2109 letture

In questo articolo si parla di lavoro, castelsantangelo sul nera, nerea

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aDso





logoEV
logoEV