Pietro Grasso a Camerino: "Lo Stato non abbandona i propri cittadini" (foto)

3' di lettura 17/11/2016 - "La coppia Errani-Curcio funziona benissimo. Sono sicuro che tutti coloro che sono impegnati in quest'opera di ricostruzione daranno dei risultati importanti. Non dimentichiamo che il territorio colpito si è ampliato moltissimo ed il lavoro da fare è tanto. Mi sento comunque di rassicurare gli sfollati, perché secondo me torneranno a breve a casa"

Con queste parole il Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso ha aperto l'incontro con stampa ed amministratori presso il Coc di Camerino. Dopo il giro per le vie della città più colpite, il Presidente è sembrato fiducioso ed ha subito voluto esprimere vicinanza e solidarietà, ma soprattutto si è congratulato con sindaci, volontari e quanti stanno operando in questa situazione d'emergenza. "Io penso che qualche risultato di queste prime settimane di lavoro si potrà vedere già prima di Natale - ha detto Grasso - La mia presenza qua a Camerino è la manifestazione del fatto che lo Stato non abbandona i propri cittadini."

Grasso, imbeccato da una domanda di una giornalista, si è anche espresso sulla vicenda De Luca - Bindi: "Non pensavo che spostandomi in politica avrei sentito ancora parole che ero abituato ad ascoltare quando ero procuratore antimafia - ha spiegato - Penso che certe frasi un rappresentante delle istituzioni come De Luca non debba né pensarle né dirle. La cosa migliore è che chieda scusa alla Bindi e la smetta di imitare Crozza."

A seguire ha parlato anche il sindaco di Camerino, che ovviamente ha ringraziato Grasso per la sua presenza. "La volontà di questa terra è quella di ritornare al più presto nei propri paesi - ha detto Pasqui - La vicinanza delle istituzioni in questo momento ci fa ben sperare. Non ho nulla da rimproverare a nessuno, stiamo facendo il massimo. E' chiaro che se c'è qualche sbavatura la si può evidenziare, ma ricordiamoci che parliamo di un terremoto di magnitudo 6.5. Non è mancato a nessuno, fin dai primi minuti, un piatto di pasta o un bicchiere di tè caldo."

Pasqui ha poi spiegato a Grasso la situazione delle scuole, con la voglia di far tornare tutti sui banchi entro fine mese, ed ha anche ribadito il suo concetto di 'ripartenza'. "Io non voglio rivedere Camerino con qualcosa in più, voglio vedere Camerino com'era prima. Abbiamo fatto richiesta per poter rivedere tutte le istituzioni e le sedi che erano presenti in città - ha concluso il primo cittadino - Sono certo che questo governo potrà accogliere le nostre richieste."

All'incontro erano presenti anche l'assessore regione Sciapichetti, Fabrizio Curcio della Protezione Civile, Vasco Errani, il pro rettore Unicam Pettinari, le forze dell'ordine, il prefetto Preziotti ed anche il Presidente del Consiglio Regionale Antonio Mastrovincenzo. "Fondamentale - ha detto il Presidente Mastrovincenzo – che in questo momento doloroso della storia marchigiana tutta le forze politiche presenti in Consiglio regionale siano unite nell’affrontare il tema dell’emergenza e della ricostruzione. Dobbiamo, tutti insieme, mettere le nostre responsabilità istituzionali e le competenze di cui disponiamo al servizio degli amministratori locali e dei nostri corregionali colpiti dal sisma.”

(sotto alcune foto ed il video realizzato in diretta sulla nostra pagina Facebook della visita di Grasso a Camerino, clicca sulle immagini per ingrandire)








Questo è un articolo pubblicato il 17-11-2016 alle 17:53 sul giornale del 18 novembre 2016 - 1387 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, camerino, pietro grasso, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aDBg





logoEV
logoEV