Due Nadia Severini, una di Camerino e l'altra di Loreto. L'incontro prima sui social poi a causa del sisma

Nadia Severini, a destra quella di camerino a sinistra quella di Loreto 4' di lettura 19/11/2016 - Si erano conosciute su Facebook e giovedì si sono incontrate di persona per motivi legati al terremoto.

E’ il caso di Nadia Severini di Camerino e della sua omonima di Loreto, per la quale già in precedenza aveva avuto dei disagi a livello burocratico. Fra le due ci sono solo pochi mesi di differenza, ma oltre ad avere nome e cognome in comune sono nate entrambe nello stesso anno, il 1962.

Per questi problemi la camerte Nadia Severini, ora alloggiata insieme ad altri concittadini all’Hotel San Crispino di Trodica di Morrovalle, in passato aveva cercato e incontrato sui social la sua omonima. Correntiste della stessa banca, agli sportelli dell’Asur (seppure diversa) nel ritiro di documentazioni e disbrigo di pratiche, la camerte Nadia Severini doveva spesso presentare anche i documenti personali, in quanto alle sue richieste, di carattere medico oppure operazioni bancarie, saltavano fuori i dati domiciliari dell’altra Nadia, quella di Loreto. A quel punto la camerte si è messa alla ricerca su Facebook ed è riuscita a contattare la sua omonima di Loreto instaurando un rapporto di amicizia sui social.

A farle incontrare personalmente però sono state le vicende del sisma che ha colpito duramente anche Camerino e giovedì la Nadia della città ducale ha ricevuto all’Hotel San Crispino di Morrovalle la visita dell’amica di Loreto. “E’ stato bellissimo che mi è venuta a trovare lei – dice la camerte dopo un toccante ed emozionante abbraccio – sono contentissima e mi ha fatto molto piacere. Ci eravamo sentite e scritte spesso con WhatsApp, ma non pensavo in una sorpresa del genere. Nella notte del terremoto di domenica 30 ottobre ci siamo tenute in contatto fino all’una di notte e mi è stata molto vicina confortandomi per quanto potesse. Non potevo rispondergli dopo le prime forti scosse – aggiunge la camerinese - perché avevo avuto problemi al telefonino pochi giorni prima, poi un amico mi ha prestato un altro cellulare ed ho riallacciato tutti i contatti. Lei è stata la più carina, la prima a chiamarmi e la più premurosa. Volevo tanto incontrarla anche io di persona e finalmente oggi ci siamo riuscite. E’ stato un bel giorno, che non dimenticherò mai. Il suo gesto vale più di ogni altra cosa. Il pensiero che ha avuto per me è grandissimo".

La lauretana all’incontro ha donato anche alcuni capi di abbigliamento all’omonima amica camerte, un pensiero gentile, ma nulla in confronto all’amicizia fra le due, diventata più forte di giorno in giorno. “E’ stato molto piacevole incontrare Nadia – dice la simpatica e brillante lauretana – mi ha fatto molto piacere stare con lei, il compagno e le altre persone come Antonio e Quinta. Ho visto loro e l’altra gente colpita dal sisma molto unita e l’amicizia sicuramente li aiuta a superare questo momento drammatico. Anche il clima familiare che si è creato all’Hotel San Crispino, dove ho notato un’ospitalità molto calorosa e disponibile, è di grande sostegno per tutti”.

Una mezza giornata in cui le due Nadia, prima amiche solo su Facebook, hanno consolidato la loro già forte amicizia nata per il caso di omonimia, ma destinata a continuare con incontri anche a breve. “Per ricambiare la cortesia l’ho invitata a venire a Loreto la prossima settimana”. Così, prima di un ultimo emozionante abbraccio, si è conclusa la visita della Nadia di Loreto alla Nadia di Camerino. Entrambe hanno coronato questo loro incontro con una foto anche con Massimo Milani, titolare dell’Hotel San Crispino, che ospita giornalmente circa 90 terremotati provenienti dai vari centri dell’alto maceratese colpiti fortemente dal sisma del 26 e del 30 ottobre. Quelli arrivati qui da Camerino tramite l’accoglienza per la popolazione sono 33.

Gli altri camerti alloggiati fuori, sono così distribuiti tra Marche e Abruzzo: Civitanova 84, Porto Potenza Picena 74, Porto Recanati 134, Porto San Giorgio 223, Porto Sant’Elpidio 106, San Benedetto del Tronto 20, Senigallia 32, Castelfidardo 13, Castelraimondo 8, Loreto 7, Macerata 5, Rocca di Mezzo 3, San Marcello di Jesi 9, Numana 7, Sirolo 51, Grottammare 56, Lido di Fermo 34, Fermo 59, Marina Palmense 60, Cupra Marittima 43, Corridonia 1, Fabriano 1, Alba Adriatica 96, Colonnella 12, Martinsicuro 89, Roseto degli Abruzzi 7, Tortoreto 198.

(nelle foto a destra la Nadia di Camerino ed a sinistra la Nadia di Loreto)








Questo è un articolo pubblicato il 19-11-2016 alle 11:53 sul giornale del 21 novembre 2016 - 4055 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, loreto, camerino, angelo ubaldi, omonimia, articolo, nadia severini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aDFt





logoEV
logoEV