Pieve Torina: solidarietà dal Veneto grazie all'Arma dei Carabinieri

1' di lettura 03/12/2016 - Venerdì 2 dicembre 2016, resterà una giornata memorabile per il comune di Pieve Torina, gravemente colpito dallo scorso sisma che ha visto tramutare pagine di quotidianità e sacrifici di una vita in crepe riconducibili a speranza a voglia di ricominciare.

Nella circostanza i comuni di Villamarzana (Ro) e Pieve Torina sono entrati in contatto per innescare quel meccanismo di sostegno e conforto, che da sempre i buoni principi ci insegnano. A rafforzare questi valori ancora una volta è l'Arma dei Carabinieri, che si sà, è da sempre simbolo di forte unione, amicizia, fratellanza ed, in un certo senso, di familiarità.

Ed è proprio tramite i Carabinieri della stazione di Pieve Torina e Arquà Polesine che è avvenuto questo incontro, portando solidarietà, affetto e vicinanza donando un opera di bene che risalta la bontà e l'umanità di un paese civile e solidale. I Carabinieri dei due comuni, legati da una profonda stima reciproca, si sono ritrovati in mattinata proprio nel comune stremato e martoriato dal terremoto in presenza del sindaco dott. Alessandro Gentilucci, rappresentante della popolazione e del sindaco di Villamarzana dott. Claudio Gabrielli; i due comuni sono ormai legati da questo gesto sicuramente significativo e simbolico a livello umano, certamente da prendere come esempio e che da al paese l'opportunità di ricominciare.


di Benedetta Menichelli
redazione@viverecamerino.it





Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2016 alle 12:08 sul giornale del 05 dicembre 2016 - 1518 letture

In questo articolo si parla di attualità, terremoto, pieve torina, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aEeT