Sfollati da Muccia partecipano lo stesso alla Motobenedizione di Loreto: "Il sogno è di andare in moto a Capo Nord"

3' di lettura 11/01/2017 - La passione per la moto più forte del freddo e delle circostanze per una coppia di appassionati delle due ruote di Muccia, sfollata a causa del terremoto e ospite all’Hotel San Crispino di Trodica di Morrovalle.

Il motociclista Roberto Cianfrini e la sua compagna Paola (nella foto), nemmeno quest’anno hanno voluto rinunciare al classico appuntamento con la Motobenedizione di Loreto, a cui hanno partecipato circa 2000 appassionati provenienti da tutt’Italia con i rispettivi mezzi.

Tanti i motociclisti partecipanti malgrado il grande freddo: al loro arrivo il gruppo ha addirittura trovato gelata la fontana al centro della piazza davanti la Basilica. In questo scenario hanno trovato parcheggio le bellissime e cromate moto di vari modelli e marche, dalle classiche Harley Davidson alle altre prestigiose case Italiane ed europee. Uno spettacolo per appassionati e fedeli, uniti in questo caso dalla devozione alla Madonna di Loreto, che costituisce uno dei primi e più importanti appuntamenti per i motociclisti.

Per la coppia di Muccia, Roberto e Paola, la strada questa volta è stata più corta. Il tempo di raggiungere Macerata per prendere la moto, custodita da parenti dopo i gravi danni subiti nella casa di Muccia, poi Roberto a bordo della sua Aprilia Capo Nord 1000, con la compagna Paola ha preso la strada per il santuario mariano seguendo il tratto tradizionale del pellegrinaggio a piedi. Dopo la messa, il vescovo di Loreto mons. Giovanni Tonucci ha impartito la benedizione a tutti i presenti e i rispettivi mezzi. “Il freddo non ci ha fermato – ha detto al rientro Roberto – ed è stata sicuramente una delle edizioni più gelide in assoluto, ma la passione e l’importanza di questo evento ci hanno dato la forza ed il coraggio per superare temperature molto al di sotto dello zero. Io le ho fatte quasi tutte ed anche questa, malgrado il freddo, è stata ancora una volta emozionante. Ritrovarci in tantissimi è stato bello e dimostra quanto attaccamento c’è verso questo evento. Non si può mancare assolutamente.”

“E’ stata una bella esperienza – aggiunge la compagna Paola - e consiglio a tutti di farla, anche se quest’anno c’era un desiderio in più, quello di avere una stufetta per scaldarsi, visto che il freddo era veramente tanto.”

Il freddo comunque sembra non ostacolare le ambizioni di Roberto, che quest’anno vorrebbe realizzare un sogno con la sua Aprilia. “Considerato che non avrò la casa per lungo tempo – aggiunge Roberto – quest’anno voglio andare con la moto fino a Capo Nord, una metà sognata e sperata da tutti i motociclisti. E’ un’impresa possibile e che intendo affrontare. Ci vorranno circa una ventina di giorni per un viaggio di 10.000 km fra andata e ritorno ed è questo il mio grande desiderio”.








Questo è un articolo pubblicato il 11-01-2017 alle 13:47 sul giornale del 12 gennaio 2017 - 1584 letture

In questo articolo si parla di attualità, loreto, angelo ubaldi, muccia, articolo, motobenedizione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aFlU





logoEV
logoEV