Matelica batte Alfonsine, Titone: "Venuto qui per vincere il campionato" Mecomonaco: "Non dobbiamo più sbagliare"

Mario Titone 2' di lettura 25/01/2017 - Con un grande secondo tempo, il Matelica batte l'Alfonsine e racimola altri tre punti utilissimi per la rincorsa alla capolista Fermana.

Una partita che fino al 60' è stata molto equilibrata, poi rigore ed espulsione hanno favorito la squadra di casa permettendo a Mecomonaco e giocatori di festeggiare un buon 3 a 0 (leggi). "Non ci sono partite scontate - ha detto proprio Mecomonaco a fine match - Oggi abbiamo fatto una buona prestazione. Nel primo tempo siamo stati fortunati, nel secondo la squadra è rientrata in campo decisa."

La prossima settimana si va a Castelfidardo ed entrambe le squadre vogliono fare punti. "Il nuovo anno è partito con il piede giusto - ha spiegato il mister del Matelica - Non dobbiamo pensare troppo alle altre squadre, ma è chiaro che da questo momento non dobbiamo sbagliare più. A Castelfidardo sarà dura, ma noi siamo una formazione forte se in campo si sacrificano tutti per la vittoria."

Più dettagliata l'analisi del match dell'allenatore dell'Alfonsine. "Siamo mancati in qualche nostro concetto di base che di solito ci permette di fare meglio - ha detto Candelori - Però devo dire che nel primo tempo abbiamo fatto un'ottima gara. Non ci siamo abbassati troppo attaccando il Matelica nella sua metà campo. Purtroppo nella seconda frazione di gioce con il rigore e l'inferiorità numerica per diversi minuti è stata durissima."

Lapidario il commento di Candelori sull'episodio chiave del match: "Il rigore secondo me non c'era e quindi di conseguenza neanche l'espulsione" ha confessato ai giornalisti l'allenatore ospite.

Se il rigore è stato il momento clou della partita, è grazie a Mario Titone. E' stato lui a procurarselo e poco dopo a regalare l'assist per il raddoppio di Pera ed il colpo di testa per il tris finale. "Sono soddisfatto dei 3 punti - ha spiegato l'attaccante ex Sambenedettese e Piacenza - una grande vittoria in un match che potevamo decidere già dal primo tempo."

Chiarissimo l'obiettivo stagionale del nuovo arrivato. "Sono venuto a Matelica per vincere il campionato - ha detto Mario Titone - e so che da qui alla conclusione del girone ci aspettano tutte finali perché ogni volta sarà una battaglia."






Questo è un articolo pubblicato il 25-01-2017 alle 18:45 sul giornale del 26 gennaio 2017 - 1385 letture

In questo articolo si parla di sport, matelica, calcio, serie d, articolo, mecomonaco, titone, matelica - alfonsine, candelori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aFNh





logoEV
logoEV