I genitori di Emanuele Bonifazi: "Grazie a tutti per la vicinanza, non ci siamo mai sentiti soli"

Emanuele bonifazi 2' di lettura 31/01/2017 - Paola Ferretti ed Egidio Bonifazi, genitori del giovane Emanuele coinvolto nella tragedia dell'Hotel Rigopiano di Farindola, ringraziano tutte le persone che sono state vicine alla loro famiglia in questo difficilissimo periodo.

Il 31enne di Pioraco, che lavorava proprio all'hotel Rigopiano, era molto conosciuto nell'entroterra. In tanti, infatti, si sono stretti intorno ai famigliari negli infiniti momenti della snervante attesa. Attesa che purtroppo si è conclusa nel peggiore dei modi dopo giorni di instancabili ricerche.

L'ennesima conferma del fatto che Emanuele fosse molto conosciuto e ben voluto da tante persone dell'entroterra e non, è arrivata nel giorno del suo funerale, lo scorso sabato. Per accogliere tutti i partecipanti è stato allestito il palazzetto di Pioraco.

"Desideriamo esprimere un sentito e caloroso ringraziamento a tutti i soccorritori che si sono adoperati nelle difficoltose ricerche dopo la tragedia che ha colpito l’Hotel Rigopiano, dimostrando grande umanità e immenso spirito di sacrificio - scrivono i genitori di Emanuele - Un pensiero di sincera gratitudine a Gianluca Sabbatini, Vito Onesta (Giorgione), tutti i volontari della Protezione civile di Pioraco e l’Amministrazione Comunale per aver amorevolmente curato l’allestimento della palestra dove è stato celebrato il rito funebre del nostro Emanuele."

"Ringraziamo il sindaco di Pioraco dott.ssa Luisella Tamagnini per le parole dedicate a Emanuele ed a tutti noi, in quanto esprimevano i veri sentimenti di una 'mamma', più che di un amministratore - continuano Paola e Egidio - Abbiamo molto gradito la partecipazione al rito funebre e la vicinanza espressa da tutti i sindaci e dai volontari della Protezione Civile dei comuni limitrofi. Sin dall’inizio di questa triste e drammatica vicenda abbiamo sempre ricevuto parole di incoraggiamento e tanto sostegno religioso che non ci hanno mai fatto sentire soli, bensì parte di una grande comunità che ha condiviso con noi lunghi giorni di attesa e di speranza. Grazie di cuore a tutti i cittadini piorachesi e non che sono intervenuti, mostrando sincera partecipazione al nostro immenso dolore."






Questo è un articolo pubblicato il 31-01-2017 alle 14:02 sul giornale del 01 febbraio 2017 - 3565 letture

In questo articolo si parla di attualità, pioraco, Riccardo Antonelli, articolo, rigopiano, emanuele bonifazi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aFX2