Peraica ne fa 28, ma alla Vigor Basket Matelica non basta

Peraica 3' di lettura 20/02/2017 - La Halley incappa in un’altra sconfitta casalinga e ormai la sua road map è chiara: battere a tutti i costi Jesi sabato prossimo per poter stare matematicamente tranquilli, e poi pensare a tirar fuori i denti per le partite senza quartiere dei playout.

Contro Porto San Giorgio, nei primi due quarti, la squadra gioca, o meglio non gioca, come negli ultimissimi incontri. Molli in difesa e apatici in attacco. Dopo metà quarto di gioco, la squadra di coach Porcarelli era ancora ferma a sette punti con il piccolo Elia Rossi a cantare e portare la croce. La Virtus offre invece il suo volto migliore, con Mc Henry, Belin, Tombolini e l’eterno Tortolini che sguazzano tra le ampie falle della difesa locale. Ci pensa anche Pierini, ex di turno, a incidere in maniera sostanziale: chiuderà con quattro triple pesanti, uno che i tifosi ricordavano per l’atteggiamento determinato sì, ma anche per una scarsa propensione al tiro. Ma spesso, quest’anno, la difesa biancorossa ha regalato serate di gloria a giocatori generalmente con pochi punti nelle mani: non basta stare svogliatamente davanti al difensore. A metà gara il tabellone recita un impietoso 28-52.

Al rientro in campo la squadra inizia a mordere in difesa, recupera palloni e costruisce transizioni. E trova anche il suo go to guy in Dino Peraica, esploso con 28 punti e la sensazione che stia comprendendo che a volte deve essere egoista e prendersi la squadra sulle spalle. Insieme a lui, oltre al solito Rossi e ad un Delvecchio attivo e combattivo, anche Trastulli porta acqua pesante al mulino Vigor. La squadra chiude il quarto con un parziale di 25-11 e rientra in partita. Nel quarto periodo però, l’Halley cade di nuovo in vecchi vizi, le rotazioni e gli aiuti difensivi sono troppo lenti e in attacco la squadra non segna per quattro minuti. Troppo per pensare di rientare in partita. Gli ospiti vanno di nuovo fino a + 16. A quel punto i biancorossi iniziano a meritarsi gli applausi e il saluto del pubblico, buttando in campo tutta l’intensità possibile, anche se il tabellone non concede speranze. Alla fine si guadagneranno il dignitoso 82-89 finale.

Un andamento schizofrenico che però fa ancora più arrabbiare, nel post partita, coach Porcarelli: “Hanno dimostrato che quando vogliono possono giocare ad alto livello. Dunque è un problema di volerlo fare!” dice laconico il giovane tecnico matelicese.

Vigor Matelica - Virtus Porto San Giorgio 82-89

Matelica: Rossi 14, Pecchia J., Vissani 6, Braccini ne, Brugnola ne, Servadio, Trastulli 12, Busto 7, Selami ne, Peraica 28, Romano 4, Delvecchio 11. All. Porcarelli

Porto San Giorgio: Tortolini 10, Tombolini 9, Sagripanti 7, Belin 19, Perini 12, McHenry 21, Belleggia 7, Alvear 3, Grossi ne, Riga ne. All. Ambrico

Parziali: 11-29, 17-23, 25-11, 28-26. Usciti per 5 falli: Vissani (Matelica)






Questo è un articolo pubblicato il 20-02-2017 alle 16:20 sul giornale del 21 febbraio 2017 - 678 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, matelica, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aGCS





logoEV
logoEV