I judoka di San Severino e il nuovo dojo dopo il sisma: tutto pronto per l'inaugurazione

1' di lettura 24/02/2017 - Sarà inaugurata sabato la nuova palestra per il judo a San Severino Marche, frutto dello raccolta fondi organizzata della Uisp Marche a favore della società J-Etic di San Severino Marche, rimasta priva della propria sede di allenamento a causa del terremoto.

Il dojo di San Severino Marche era impraticabile ormai dallo scorso ottobre per gli oltre 100 judoka della J-Etic, la società settempedana che da anni è il punto di riferimento per le discipline orientali nella cittadina del maceratese, a causa dei danni causati dal sisma.

Inaccessibile la palestra, ma da buttare anche il tatami, la tradizionale pavimentazione giapponese, composta da materassini incastrati fra loro, in condizioni molto precarie a causa della caduta di calcinacci. Tutta la Uisp, a cui è affiliata la J-Etic, e il mondo judoistico regionale si sono attivati per riuscire a donare un nuovo tatami alla società di San Severino. E proprio sabato 25 febbraio sarà inaugurato il nuovo Dojo di San Severino Marche, in via Ferrandi, località Taccoli, con tatami nuovo di zecca, frutto della solidarietà delle altre società di judo regionali.

In prima fila in questa gara di solidarietà il Samurai Club di Jesi-Chiaravalle, che prima di Natale ha organizzato uno stage tecnico per raccogliere fondi a favore della J-etic.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-02-2017 alle 17:33 sul giornale del 25 febbraio 2017 - 366 letture

In questo articolo si parla di sport, san severino marche, Judo Samurai

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aGOo