A Camerino la scuola di formazione del coordinamento marchigiano ESN

9' di lettura 08/05/2017 - Presso le strutture del Campus dell'Università di Camerino si è svolta la seconda school del Coordinamento Marchigiano che ha visto coinvolte tutte le associazioni ESN delle Marche.

ESN AURE Camerino è stata l'organizzatrice dell'evento che ha visto come ospiti ESN Macerata - MACERASMUS, ESN Ancona - ESAN nonché ESN Urbino che ha presentato la sua candidatura per entrare in ESN Italia.

La Presidente di ESN AURE Camerino, prima dell'inizio dei lavori, ha salutato tutti i presenti insieme al Pro Rettore di UNICAM Claudio Pettinari ed il docente di informatica delegato per l'internazionalizzazione Renato De Leone in collegamento Skype dalla Cina. Tutti i presenti si sono conosciuti e presentati attraverso giochi e sketch simpatici e subito sono iniziati i lavori della school da parte della Vice Presidente di ESN Italia (nonchè componente di ESN Macerata - Macerasmus) Serena D'Amato la quale ha spiegato l'importanza del ruolo del consiglio direttivo ESN a livello locale, nazionale ed internazionale.

Ilaria Pierdicca di ESN Ancona ha parlato dei vari progetti che le associazioni ESN primo fra tutti la “Welcome Week” progetto di accoglienza e benvenuto per gli studenti Erasmus per far loro conoscere la città che li ospita, le attività social molto utili a far avvicinare gli Erasmus alla società dove dovranno integrarsi attraverso il volontariato. Tra i vari progetti sono compresi anche Borse di Studio, sport e vari altri tipi di attività. Pamela Alcantara di ESN Macerata ha spiegato quali sono i punti salienti per creare un gruppo forte dentro un’associazione ESN ed i requisiti importanti sono la motivazione, comunicazione, ascolto e dialogo. Tutti questi elementi insieme formano la fiducia che ci deve essere tra i componenti dell’associazione e soprattutto accettare le diversità e pregi di ogni socio.

Eleonora Giovannini di Camerino (in passato già Presidente della sua sezione) ha parlato di come organizzare un evento dove è molto importante prima di tutto lo studio dei dettagli come il luogo dove organizzarli e come fare accordi con i locali. Per organizzare eventi è importante prendere accordi anche con Comune, Pro Loco, Università, SIAE ovviamente a seconda dell’evento che si vuole organizzare ma la cosa più importante per ogni evento da realizzare sono le riunioni tra gli organizzatori ovviamente da fare in anticipo rispetto all’organizzazione dell’evento.

Niccolò Marchello responsabile comunicazione e web di ESN – ITALIA (già responsabile comunicazione e web di ESN AURE Camerino) ha spiegato l’importanza dell’immagine dell’associazione all’esterno della società altrimenti in caso contrario sono a rischio i finanziamenti, gli accordi commerciali, la partecipazione ai bandi e la buona uscita degli eventi. L’Immagine va curata, tutelata, moderata e adattata al contesto. L’immagine di ESN automaticamente è collegata a valori come l’amicizia, l’apertura, la tolleranza, inclusione, integrazione, amore per l’Europa e la mobilità. Niccolò ha terminato il suo intervento sostenendo che creare una reputazione richiede di per sé molto tempo, ma per perderla del tutto basta un attimo.

Alessandro Bruschi di ESN Macerata ha spiegato come vanno gestiti i fondi a disposizione di dell’associazione. Michele Badaloni di ESN Ancona ha parlato di come si organizzano i viaggi, come pianificarli, come sponsorizzarli e come regolare le iscrizioni ed i pagamenti. È molto importante sapere scegliere le destinazioni, se ci sono sconti comitiva e se ci sono feste organizzate con gli altri Erasmus per quanto riguarda i luoghi famosi. Riguardo ai luoghi locali è molto importante esaltare il territorio.

I partecipanti e gli organizzatori sono stati molto soddisfatti dell’evento tanto che quest’ultimo si è concluso con una cena ed una bella serata tutti insieme.

“Questo è il secondo anno che proponiamo degli eventi con il Coordinamento Marchigiano di cui fanno parte le sezioni di Camerino, Macerata ed Ancona e speriamo di poter dare il benvenuto alla sezione candidata di Urbino visto che ad ottobre potrebbe diventare una nuova sezione ESN - ha spiegato Marchello - Per noi di Camerino questo Coordinamento è fondamentale perché ci aiuta in eventi come la school perché porta molte persone nella nostra città. Noi non ci siamo arresi nonostante le difficoltà degli ultimi mesi e cerchiamo di dare un forte segnale di rilancio, di ripartenza non solo attraverso attività per gli studenti Erasmus ma anche attraverso momenti di formazione che proponiamo ai soci della nostra sezione ma anche a quelli delle sezioni vicino a noi. La school di formazione che abbiamo tenuto a Camerino è un motivo di grande orgoglio per noi perché era uno dei nostri obiettivi dalla rinascita di ESN AURE Camerino, quindi ospitare 50 persone da tutta la Regione Marche per noi è un orgoglio immenso. Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato e non possiamo che ringraziare il Pro Rettore Prof. Claudio Pettinari e il delegato all’internazionalizzazione Prof. Renato De Leone che ci hanno supportati e ci hanno dato la possibilità di far patrocinare quest’evento dall’Università degli Studi di Camerino”.

“Sono felice che l’evento del Coordinamento Marchigiano sia stato fatto a Camerino perché sappiamo che è stato un anno difficile per ESN AURE Camerino e per tutta la città - ha detto Serena D'Amato - Questo è un modo per dimostrare che non ci fermiamo di fronte alla difficoltà sia come studenti che rappresentiamo la Generazione Erasmus sia come territorio marchigiano”

Per Sofia Calamita invece: “Questo evento per ESN AURE Camerino è un grandissimo punto di arrivo ma anche di partenza perché vedere tutte queste persone che sono venute in terra camerte, dopo gli eventi sismici, è stata una grande gioia e ci ha rincuorato tantissimo. Vedere tutti questi ragazzi che condividono i nostri stessi obiettivi e passioni rimane una delle soddisfazioni più grandi dopo tutto l’impegno che noi mettiamo nell’organizzazione di eventi e viaggi. Le school di formazione sono importanti per confermare e consolidare conoscenze acquisite precedentemente dai soci iscritti da molto tempo e per cominciare un percorso di formazione e conoscitivo per i nuovi soci.”

“Sono contenta che la school di formazione si sia svolta a Camerino perché ESN AURE Camerino e l’Università non si sono mai arrese - ha affermato Pamela Alcantara - ESN AURE Camerino nonostante il terremoto non si è tirata indietro nell’aiutare gli Erasmus di difficoltà."

“La school di formazione è fondamentale perché in questo modo si eliminano i luoghi comuni nei confronti degli Erasmus cioè come persone solo dedite alle feste e all’alcol - ha precisato Pierdicca - ESN è uno strumento di integrazione per gli Erasmus, non solo attraverso le feste ed i viaggi, ma anche attività social come il supporto per i disabili e l’inserimento in varie attività sociali. L’Università degli Studi di Camerino non ha esitato ad accoglierci e ci ha messo a disposizione dei locali bellissimi. Mi è piaciuto molto l’intervento del Pro Rettore Prof. Claudio Pettinari e del delegato all’internazionalizzazione Renato De Leone che dall’altra parte del mondo ha voluto partecipare al nostro evento. Ci fa piacere che la città di Camerino stia rinascendo passo dopo passo e i nostri amici di ESN AURE Camerino ci hanno fatto vedere dove sono stati trasferiti i locali del centro storico. Quello che non manca è la vita e la voglia della gente, nonostante le conseguenze negative del sisma”.

Alessandro Bruschi: “Per noi di Macerata è una sorpresa perché i media ci fanno vedere queste zone come ferme e desolate mentre l’Università degli Studi di Camerino ha scommesso su strutture nuove, cambiando e innovando. Aggiungo anche l’energia di ESN AURE Camerino per il grande supporto dato agli studenti Erasmus e di Unicam che non ha esitato a ripartire dopo il sisma. La school di formazione è anche uno dei simboli della ripartenza di Camerino”.

Michele Badaloni (ESN Ancona – ESAN): “Con una giornata come questa vedo un sole forte e potente che riesce ad affacciarsi al di là delle nuvole. Nella school di formazione ho visto dei giovani che si sono messi in gioco, pieni di vitalità e che hanno dato veramente molto per organizzare un evento importante come questo. Riunire 50 persone, quindi tre sezioni di ESN, richiede molto impegno ma voglio mettere in evidenza forte collaborazione tra ESN AURE e l’Università degli Studi di Camerino e la presenza del Pro Rettore Prof. Claudio Pettinari e del delegato all’internazionalizzazione Renato De Leone ne è stata la prova. A Camerino c’è ancora molto da fare, visto il sisma di ottobre 2016, ma se i suoi ragazzi sono questi sono sicuro che la terra camerte rinascerà più forte di prima”.

Un ufficiale dell’Esercito statunitense disse “nella vita niente è più forte della dedizione di un volontario” e abbiamo visto con i nostri occhi quanta forza hanno messo i ragazzi di ESN Aure Camerino a organizzare un evento come la school di formazione e che ha coinvolto tutto il Coordinamento Marchigiano. Ragazzi straordinari, che pur non essendo nati o residenti a Camerino, non hanno esitato ad aiutare questa città messa al tappeto dal sisma. Questi ragazzi potevano tranquillamente vivere le proprie vite nelle loro città di origine ma sono voluti ritornare a Camerino a dare il loro contributo pur di farla rinascere. Hanno fatto un grandissimo lavoro e non hanno esitato a stare vicino agli studenti Erasmus ovviamente molto provati dal terremoto.

Dobbiamo ringraziare anche i ragazzi di ESN se gli Erasmus sono voluti rimanere a Camerino a continuare la loro importante esperienza di mobilità internazionale. La school di formazione e non solo ha dimostrato come questi ragazzi siano molto importanti per una città come Camerino e che non debbano essere considerati un peso come pensa qualche profeta di sventura. I ragazzi di ESN AURE sono un qualcosa di veramente prezioso per la città di Camerino e chissà se un giorno non possano vincere il premio “Camerte dell’Anno” per il grande contributo che essi danno all’internazionalizzazione della terra camerte.


   

di Giovanni Maria Pontieri
redazione@viverecamerino.it







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2017 alle 11:06 sul giornale del 09 maggio 2017 - 1467 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerino, pieve torina

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aI8V





logoEV
logoEV