Biliardo: il camerte Caferri sul podio regionale

2' di lettura 10/05/2017 - Grande impresa del camerte Angelo Caferri che grazie al secondo posto nel campionato regionale di biliardo, specialità stecca cinque birilli (italiana), ha conquistato di diritto il passaggio in prima categoria ed allo stesso tempo si è guadagnato l’accesso ai play-off che valgono un posto alle finali nazionali al Palavela di Torino, in programma a luglio.

Un traguardo che ha un sapore ancora più speciale, considerato che è stato ottenuto in una stagione particolare, segnata dai disagi del terremoto, per i quali Angelo Caferri e famiglia si sono dovuti trasferire dal centro città (a pochi passi dai biliardi del circolo cittadino dove si allenava) a Castelraimondo.

A conclusione di sei prove, disputatesi in diversi circoli della regione come Civitanova, Ancona, Loreto, Senigallia, Ascoli, Angelo Caferri se ne è aggiudicate due, la quarta in programma alla Fenice di Sanigallia e la sesta giocatasi nei giorni scorsi alla Bricolla di Ascoli Piceno, totalizzando a conclusione della stagione 151 punti, che lo collocano al secondo posto assoluto dietro a Meriggi (Cbs Il Diamante di Civitanova) con 154 e davanti Mariani del Cbs Passo Ripe (Ancona) con 150. Tutti e tre sono stati così promossi dalla seconda alla prima categoria.

Regolare il cammino del giocatore camerte, che rientrava già tra i “top-five” della regione. Questa stagione lo ha definitivamente consacrato e promosso di categoria. Dopo un campionato costante, dove ha tenuto il passo dei migliori, Caferri, che difende i colori del Cbs 'Il tempio del Biliardo' di Castelraimondo, è stato protagonista di un rush finale eccezionale e grazie alle due vittorie nelle ultime tre gare è riuscito a strappare il secondo gradino del podio a Mariani. Una crescita importante, quella avuta da Angelo Caferri, frutto anche dei consigli tecnici e di strategia di gioco del suo amico e giocatore di livello nazionale Luca Boarelli di Matelica. “Sono contento di aver raggiunto questi risultati – dice Angelo Caferri – in quanto ci tenevo ed ero andato vicino al salto di categoria in passato. Non nascondo che ho dovuto sopportare anche i disagi del sisma, ma la stagione è cominciata bene ed ho cercato sempre di migliorare. Devo ringraziare per questo anche l’amico e compagno di allenamento Luca Boarelli, che mi ha permesso di maturare dandomi consigli preziosi. E’ a lui che voglio dedicare in particolare modo questo grande traguardo.”








Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2017 alle 13:23 sul giornale del 11 maggio 2017 - 1780 letture

In questo articolo si parla di sport, camerino, angelo ubaldi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve ? https://vivere.me/aJch





logoEV
logoEV