Alla Fattoria Fucili le prime mietitrebbie in azione dopo il sisma: consegna gratuita del gasolio alle aziende in difficoltà grazie a Coldiretti

Grano 1' di lettura 21/06/2017 - Con l’inizio dell’estate si avvia la prima raccolta dell’orzo e del grano seminati dopo le scosse nelle aree terremotate a forte vocazione agricola.

Centinaia di agricoltori provenienti da tutte le regioni colpite dal sisma di Lazio, Marche Umbria e Abruzzo si sono dati appuntamento giovedi 22 giugno dalle ore 9,30 alla Fattoria Fucili, località Agello 7, San Severino Marche, con i segni ancora evidenti dei danni strutturali ma anche con un nuovo fienile, dove entrano in azione per la prima volta le mietitrebbie per raccogliere le “spighe della rinascita”. La “festa” della trebbiatura all’insegna della colazione contadina che, come tradizione vuole, raccoglie i frutti di una anno di lavoro, ma anche il momento per la Coldiretti di fare un bilancio sulla situazione nelle campagne a 10 mesi dalle prime scosse che hanno distrutto case rurali, stalle, fienili, magazzini, laboratori di trasformazioni e strade rurali ma anche svuotato interi paesi facendo crollare le vendite agroalimentari.

Per consentire il normale svolgimento dei lavori estivi all’incontro si darà vita alla piu’ capillare iniziativa di solidarietà nelle campagne terremotate con la consegna gratuita del gasolio necessario alle aziende agricole colpite per effettuare le operazioni di raccolta, di lavorazione dei terreni, di trasporto di mangimi per gli animali e di prodotti agricoli ed alimentari per iniziativa di Coldiretti, Consorzi Agrari d’Italia, Eurocap Petroli e del Consorzio Cooperativo Finanziario per lo Sviluppo. Sarà presente il presidente nazionale della Coldiretti Roberto Moncalvo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-06-2017 alle 10:37 sul giornale del 22 giugno 2017 - 806 letture

In questo articolo si parla di economia, agricoltura, san severino marche, coldiretti, coldiretti macerata

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aKw6





logoEV
logoEV