Matelica: in bilancio i soldi per la bretella sulla SP256 verso San Rocco. 120 giorni per l'incarico di progettazione della scuola

3' di lettura 21/07/2017 - Consiglio comunale infuocato per decidere della contestazione a Mauro Canil (leggi), consiglio comunale molto più rilassato sugli altri temi all'ordine del giorno.

"Si vota un argomento come il bilancio e la minoranza di Nuovo Progetto Matelica non c'è - ha detto infuriato l'assessore Potentini - In questo paese sono questi i problemi, la minoranza se ne frega di un bilancio, gli interessano solo quattro calci a un pallone".

In aula infatti nella prima parte della discussione post contestazione a Canil erano presenti solamente i componenti della maggioranza e Leonardo Mori. Più tardi però sono rientrati Baldini e Sparvoli che sono rimasti fino alla fine dell'assise (durata 5 ore).

Il sindaco e l'assessore Montesi hanno comunque esposto i temi del bilancio e del documento unico di programmazione. Tante le novità soprattutto sul fronte lavori pubblici. Partiamo dal centro storico. Il Comune è in attesa di sapere dal Ministero come si possono sistemare le colonne del loggiato di piazza Enrico Mattei. La struttura è infatti puntellata da mesi e si attendono notizie per completare la ristrutturazione e liberare il monumento dalle impalcature. In programma anche opere di rifacimento del selciato e fondi per la messa in sicurezza e la successiva riapertura di Palazzo Ottoni.

Sulla questione della sede comunale però c'è ancora da chiarire il luogo sul quale verrà ricostruita la nuova scuola elementare. I 5 milioni di euro infatti ci sono e sono partiti l'11 luglio i 120 giorni per l'incarico per la progettazione, ma visto che sono cambiati alcuni obblighi (come ad esempio quello che servivano soldi del Comune per l'adeguamento sismico), si sta riflettendo se ricostruire il plesso scolastico dov'era o no. "Il terremoto ha portato un cambiamento epocale a Matelica - ha detto Delpriori - Ciò che faremo oggi è importantissimo perché avrà ricadute nei prossimi 50 e più anni. Molte persone sono venute a Matelica dopo il sisma. Dobbiamo tornare vivi perché siamo sul limitare del cratere e siamo tra i pochi a tenere in provincia. Va ricostruita l'economia del territorio intero e per questo mi viene subito in mente ad esempio un fattore come il Verdicchio".

Tornando alle principali opere pubbliche in programma: pronti 70mila euro per una nuova copertura della palestra Mancinelli, 450mila euro saranno invece spesi per la bretella sulla SP256 che collegherà il bivio con rotatoria per Braccano al quartiere di San Rocco. 40mila euro saranno investiti in una pista per mountain bike e 400mila per il parco fluviale. Sul fronte sicurezza invece verranno aumentate le spese e si continuerà a puntare sulla prevenzione nelle scuole. Verrà inoltre studiato un nuovo piano per l'accesso alla Ztl mediante l'uso di particolari telecamere.

Altre 2 persone saranno assunte nell'ufficio sisma. Si tratterà di due tecnici che andranno ad aggiungersi al personale di 4 unità al lavoro già da tempo. Si è parlato anche di attività commerciali nel centro storico. E' ovvio che il periodo non è dei più rosei, ma "il Comune non può aprire i negozi - ha detto il sindaco - Possiamo però fare in modo di attirare nuovi esercizi commerciali abbassando le tasse".






Questo è un articolo pubblicato il 21-07-2017 alle 11:08 sul giornale del 22 luglio 2017 - 1781 letture

In questo articolo si parla di consiglio comunale, politica, matelica, Riccardo Antonelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aLsA





logoEV
logoEV