A Canfaito rifiuti e fuochi accesi in faggeta e nelle radure: la denuncia del circolo di Legambiente

2' di lettura 02/09/2017 - “L’estate sta finendo” recitava una vecchia canzone, ma i segni lasciati sulla faggeta del Canfaito dai vacanzieri ferragostani fanno bella mostra di se evidenti e preoccupanti.

Alcuni sacchi con dentro i resti dei pasti sono ancora lì, nonostante i cartelli che chiedevano di non lasciare rifiuti in giro, e qualche animale attirato dal profumo ha visto bene di aprirli ed il vento ha fatto il resto spargendoli un po’ ovunque. Ma il “preoccupante” non è per i rifiuti ma per i molti fuochi accesi sotto la faggeta e nelle radure. Alcuni erano protetti da sassi, altri invece lasciati incautamente liberi di espandersi sull’erba secca. Mentre mezza Italia brucia per gli incendi, in una delle stagioni più siccitose che l’uomo ricordi, qualcuno ha visto bene di accendere fuochi in una faggeta secolare e per di più area protetta.

E’ chiaro che non ci si può più fidare del senso civico delle persone, che non hanno più rispetto degli esseri umani, immaginarsi della natura e dell’ambiente ed allora ci chiediamo: se si tratta di un’area protetta, una Riserva Regionale, è possibile che nel periodo di ferragosto quando è noto a tutti che frotte di vacanzieri disposti a tutto pur di farsi una “sbraciolata” eludendo tranquillamente leggi e regolamenti, non vengano effettuati più controlli, magari con sanzioni adeguate ai trasgressori? Cosa altro bisogna fare, oltre che denunciare questo immobilismo, che ormai si protrae dai tempi di istituzione della Riserva? (anno 2009).

Dobbiamo aspettare, come sta succedendo in Abruzzo, vedere andare in fumo migliaia di alberi secolari per poi andare a fare la caccia alle streghe e domandarsi di chi è stata la colpa? Ci auguriamo di no e che chi deve richiedere e disporre i controlli lo faccia prima che succeda l’irreparabile.


da Circolo Legambiente Valle dell'Acquerella







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2017 alle 12:47 sul giornale del 04 settembre 2017 - 1057 letture

In questo articolo si parla di attualità, legambiente, fabriano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMEw





logoEV