Valfornace ha la sua nuova scuola: 540 metri quadri per 120 alunni (foto)

Scuola Valfornace 2' di lettura 06/09/2017 - Fanno festa i bambini di Valfornace e le loro famiglie per l'inaugurazione della nuova scuola situata a pochi passi dal centro storico della località di Pievebovigliana.

La struttura di 540 metri quadri, che potrà ospitare fino a 120 alunni dalla materna alla scuola secondaria, si trova infatti nella zona centrale del piccolo borgo, adiacente al cantiere per l'area Sae. All'interno dell'edificio, oltre alle aule, anche un refettorio, la mensa ed un'aula polifunzionale ribattezzata l'Atelier. All'esterno invece è stato creato un bel giardino dove piccoli e grandi potranno giocare o fare una pausa all'aria aperta.

All'inaugurazione erano presenti rappresentanti del Miur e delle onlus che hanno contribuito alla costruzione insieme alla Salini Impregilo, gruppo leader nella costruzione di grandi infrastrutture, oltre che al sindaco Massimo Citracca, all'assessore regionale Sciapichetti ed all'Arcivescovo Mons. Brugnaro.

Il primo cittadino ci ha tenuto a ringraziare tutti coloro che sono stati coinvolti nella realizzazione della scuola, in primis proprio la Salini Impregilo, ovvero la ditta che ha donato l'intero plesso. "Oggi siamo qui per festeggiare una cosa straordinaria, cioè la realizzazione in tempi brevi di una struttura fondamentale per Valfornace - ha detto l'amministratore delegato Pietro Salini, presente al taglio del nastro - La cosa importante è averla ricostruita qui e non lontano dalla città. Noi siamo un'impresa che opera in tutto il mondo, non ci occupiamo di ricostruzione o di sisma, ma abbiamo deciso di farlo in questo caso. Esserci riusciti in 12 settimane ci fa capire che costruire una struttura così è possibile. Vedo l'area Sae qua dietro non completa e capisco che se ancora non si è riuscito a finire significa che qualcosa non funziona".

Perfetta quindi la collaborazione tra pubblico e privato. “Siamo riusciti a lavorare molto bene con il Commissario del Governo per la Ricostruzione, Vasco Errani, e con l’amministrazione locale, per fare ciò che desideravamo di più: riuscire a costruire un plesso scolastico prima dell’inizio delle lezioni. Sono molto contento - conclude Salini - che l’anno scolastico si apra senza ritardi il 15 settembre con una struttura nuova ed anche innovativa."

(sotto alcune foto della scuola donata dalla Salini Impregilo a Valfornace ed il vicino cantiere per l'area Sae, clicca sulle immagini per ingrandire)








Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2017 alle 14:22 sul giornale del 07 settembre 2017 - 2285 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, Riccardo Antonelli, articolo, Valfornace

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/aMK2





logoEV